Rogue One: la scena con Darth Vader doveva essere diversa e molto violenta

rogue one darth vader

Uscito nel 2016, Rogue One: A Star Wars Story è una delle pellicole più riuscite della saga incentrata su Darth Vader e gli Skywalker conclusasi con Episodio IX. Lo spin-off, come sua stessa natura, riesce a funzionare in maniera autonoma, ma la scena finale dell’attacco all’astronave ribelle è la ciliegina sulla torta di un film davvero ben fatto, adulto, maturo e intenso.

In Rogue One avremmo dovuto vedere ha Darth Vader protagonista di una scena molto violenta, scena poi scartata dalla sceneggiatura definitiva

Nei tre prequel di Star Wars abbiamo visto crescere Anakin Skywalker e abbracciare il Lato Oscuro, mentre nella trilogia classica il temibile Darth Vader, ormai assurto a rango di Signore Oscuro dei Sith comandava l’Impero assieme a Lord Sidious/Palpatine.

L’abbiamo visto combattere contro Obi-Wan Kenobi e il figlio Luke, ma mai affrontare un esercito di soldati, cosa a cui abbiamo assistito proprio grazie a Rogue One che ci regalato una delle migliori scene che coinvolgono Vader in tutta la sua potenza.

rogue one darth vader

La scena sul finale del film è una delle più iconiche mai viste, sia perché riesce a collegare perfettamente lo spin-off con Episodio IV: Una nuova speranza, sia perché mostra un Darth Vader esattamente come lo abbiamo sempre immaginato.

Tuttavia c’è stato il rischio che proprio questa scena non fosse presente nel film.

Infatti lo sceneggiatore Gary Whitta aveva immaginato inizialmente a una comparsa di Darth Vader sulla spiaggia di Scarif, intenzionato a sterminare tutti i ribelli presenti. Dopo vari ripensamenti, sul copione finale invece finì una scena molto più cupa, intensa ed emozionante, quella che tutti conosciamo e che si svolge tra i corridoi di una nave ribelle.

La versione che avevo ideato, ma che non ho mai scritto, vedeva Vader arrivare sulla spiaggia di Scarif facendosi largo da solo tra i ribelli e massacrandoli tutti ai piedi della Torre Imperiale. La versione nel corridoio della Raddus però funzionava molto meglio perché ci si trova in uno spazio ristretto che crea un’atmosfera più horror che action.

Leggi anche: Rogue One – La recensione senza spoiler

Un’altra modifica al copione, sempre riguardante Darth Vader è legata alla morte di Orson Krennic, il direttore della ricerca sulle armi avanzate per l’Impero galattico. Nella sceneggiatura iniziale non doveva morire su Scarif ma bansì tornare al cospetto di Darth Vader il quale, dopo essere stato informato del successo dei ribelli, avrebbe poi provveduto a uccidere personalmente il Capo del Progetto della Morte Nera.

Rogue One Krennic

Inoltre Rogue One ci ha dato la possibilità di vedere il castello di Darth Vader presente su Mustafar, costruito su un luogo di Forza dove il Lato Oscuro aveva una potenza inaudita. La struttura è basata su un concept art di Ralph McQuarrie (scomparso nel 2012) realizzato addirittura per Star Wars: L’Impero colpisce ancora nel 1980 ma mai inserito nel film. In Rogue One è un’aggiunta principalmente dettata dal fan-service, ma che riesce comunque a dare ulteriore risalto alla grandezza e potenza raggiunta dal Lato Oscure durante quel periodo.

E voi, cosa ne pensate? avreste preferito vedere Vader scatenare tutta la sua sanguinaria potenza, oppure siete convinti che la scena finale che tutti conosciamo sia stata la scelta migliore? Fatecelo sapere con un vostro commento qui sotto!

...e questo?
Snyder Cut: il regista voleva girare nuove scene con gli attori di Justice League ma Warner Bros si è opposta