Viola la quarantena e si intrufola all’interno di Disneyland: arrestato 18enne

Proprio quando pensiamo, con un molto imbarazzo, che il non rispetto delle regole e la mancanza di disciplina sia una cosa tutta italiana, soprattutto alla luce dei casi più strani che hanno visto persone infrangere le misure di quarantena per i motivi più assurdi, da oltre oceano arriva la notizia di un ragazzo che si è intrufolato domenica notte all’interno di Disneyland violando il lockdown.

Un ragazzo ha violato la quarantena da coronavirus scavalcando un cancello di Disneyland e intrufolandosi all’interno del parco divertimenti californiano

Il novello “genio del male”, al secolo Jeremiah Smith, 18enne sicuramente annoiato dai troppi giorni passati chiusi in casa, ha pensato bene di visitare il parco divertimenti più famoso del mondo approfittando del fatto che non ci sarebbe stata nessuna fila all’entrata, dato che Disneyland ha chiuso tutti i suoi parchi già da un mese a causa dell’emergenza Coronavirus.

Sembra quasi poter vedere il ragazzo che, con un fare circospetto degno dei membri della Banda Bassotti, scavalcando un cancello, penetra dentro il Disney’s California Adventure, il secondo parco divertimenti all’interno del Disneyland Resort ad Anaheim, forse per godersi una passeggiata in solitudine tra le attrazioni che, solo fino a poche settimane fa, brulicavano di visitatori.

Anche se vuoto, il parco è costantemente sorvegliato, cosa che Jeremiah sembra aver sottovalutato forse meravigliato dalla possibilità più unica che rara di essere l’unico visitatore di Disneyland, finendo per essere intercettato dagli agenti della sicurezza che lo hanno bloccato alle ore 23:00 del 19 aprile scorso, in prossimità dell’attrazione Guardiani della Galassia: Breakout.

Leggi anche: Coronavirus – Disneyland e DisneyWorld non hanno più una data di riapertura

Stando a quanto riportato dalla polizia del posto, il ragazzo sembrava interessato alle nuove aree in costruzione del parco non addentrandosi oltre e restando a gironzolare in quella precisa zona. Che si tratti di un tentativo di rubare qualche informazione o scatto inedito riguardante le nuove attrazioni? Sta di fatto che il ragazzo, dopo essere stato denunciato per violazione di proprietà privata, è stato rilasciato.

Fonte: Comicbook

...e questo?
Minaccia di far esplodere la sede di Konami perché un bug lo fa perdere a PES: arrestato!