I film più brutti del 2019 secondo Rotten Tomatoes

Dato che è l’ultimo dell’anno e vogliamo infondervi un po’ di fiducia nel 2020 che sta per arrivare, senza perdere l’occasione di farvi andare di traverso il cenone di San Silvestro, ecco quali sono stati i film più brutti del 2019, quelle pellicole che il pubblico l’hanno fatto quasi scappare dalle sale.

Quali sono stati i film più brutti del 2019? Ecco la classifica delle pellicole peggiori secondo Rotten Tomatoes

Per stilare questa classifica dell’infamia è stato preso in considerazione il punteggio che le peggiori 10 pellicole uscite nel 2019 hanno totalizzato su Rotten Tomatoes, il noto sito aggregatore di recensioni, con la percentuale che trovate accanto a ogni titolo come unico metro di valutazione utilizzato per il ranking del film e che si riferisce alle recensioni positive su tutte quelle aggregate dal sito.

Leggi anche: I mgliori film del decennio 2010-2019 in un emozionate video supercut

Qui di seguito trovate la classifica che parte dalla posizione 10 (l’ultimo dei brutti) fino ad arrivare al peggio del peggio del 2019, una posizione che vede un film con protagonista una star così tanto amata che è davvero difficile associarla a una pellicola che ha ottenuto meno del 10% di recensioni positive.

10 – Glass (37%)

Film conclusivo dell’insolita saga supereroistica nato ben 19 anni fa con Unbreakable – Il predestinato, i sogni di gloria della pellicola di M. Night Shyamalan si sono infranti contro un gradimento davvero basso da parte del pubblico, nonostante un cast composto da Bruce Willis, Samuel L. Jackson e James McAvoy, con quest’ultimo che nemmeno si è accorto che Glass fosse il sequel di Unbreakable.

9 – La Llorona: Le lacrime del male (29%)

Meno di una recensione positiva su 3 tra quelle aggregate per un film che voleva cavalcare l’onda del successo dell’universo cinematografico horror di The Conjuring, successo a essere onesti già in fase calante con le ultime pellicole.

8 – Rambo: Last Blood (27%)

Colonnello: “Ci stiamo un po’ rammollendo eh Jhonny?!?!”

Rambo: “Solo un pochino signore!”

Basta questo botta e risposta per comprendere come il franchise legato al Rambo di Sylvester Stallone avrebbe fatto meglio a restare congelato al terzo capitolo della saga, dato che i critici hanno fatto polpette di Rambo: Last Blood, riservando lo stesso trattamento che il reduce più figo del grande schermo aveva per tutti i suoi nemici.

7 – Lucy in the Sky (26%)

Lucy in the Sky aveva tutte le carte in regola per essere un film di successo, sulla falsariga del convincente Interstellar di Christopher Nolan, ma la pellicola non è stata all’altezza delle aspettative con cielo e stelle mai così lontani.

6 – Gemini Man (26%)

Questa è la maxi-storia di come la mia vita cambiata, capovolta, sottosopra sia finita

seduto su due piedi qui con te ti parlerò di Gemini Man il film più brutto di Bel Air!

Gemini Man era in sviluppo da oltre due decenni e la storia di un killer che deve uccidere il clone più giovane di sé stesso ha atteso che la tecnologia permettesse di ringiovanire l’attore prescelto (in questo caso Will Smith). Il fatto che tantissimi registi e sceneggiatori avessero rifiutato la pellicola è l’indice che la storia era molto complicata per essere affrontata e raccontata nel migliore dei modi.

5 – Dark Phoenix (23%)

X-Men Dark Phoenix doveva essere molte cose e alla fine si è rivelato praticamente il nulla assoluto, con una delle storie più iconiche e intense del mondo dei fumetti (La saga della Fenice Nera) buttata via anche a causa di una fase insensata di riprese aggiuntive del finale probabilmente mal gestita dall’inesperto regista.

4 – Men in Black: International (23%)

Il quarto capitolo della fortunata saga, tornata al cinema dopo 8 anni da MIB 3, senza il carismatico duo formato da Will Smith e Tommy Lee Jones, è stata una mossa coraggiosa ma rischiosa, nonostante il ruoli dei protagonisti principali affidati alla coppia Chris Hemsworth e Tessa Thompson, che tanto bene aveva fatto in Thor: Ragnarok. Purtroppo ciò non è bastato e il film è stato un flop.

3 – Playmobil: The Movie (17%)

Anche il cinema sembra replicare i rapporti di forza del mondo dei giocattoli e così mentre i film ispirati ai LEGO funzionano, quelli con il marchio Playmobil molto meno, nonostante la regia del film fosse stata affidata a Lino DiSalvo, già supervisore delle animazioni di Rapunzel e Frozen – Il regno di ghiaccio.

2 – Hellboy (17%)

Terzo cinecomic in classifica, il reboot della pellicola dedicata a Red ha fallito miseramente il confronto con il film di Gullermo del Toro del 2004, nonostante la parte di Hellboy fosse stata affidata a David Harbour (Stranger Things) che ha cercato da solo di tenere in piedi la baracca.

1 – Replicas (7%)

Ed ecco, signore e signori, che giunti alla fine dobbiamo nostro malgrado annunciare Mr. Keanu Reeves, l’attore più bravo, buono e bello del globo terraqueo ma che, questa volta, affonda in maniera imbarazzante insieme all’ennesimo film fantascientifico con grandi potenzialità rimaste nascoste chissà dove!

Cosa ne pensate? Siete d’accordo con questa classifica dei film più brutti del 2019, considerando che abbiamo volutamente preso in esame pellicole abbastanza nerd? Fatecelo sapere con un vostro commento qui sotto!

...e questo?
6 errori di Harry Potter e i Doni della Morte Parte 1 che, forse, non avete notato