Star Wars: come funzionano i Fulmini di Forza? Ce lo dice la scienza in un video!

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker ci ha permesso di rivedere sullo schermo i Fulmini di Forza, la micidiale tecnica offensiva usata dai Sith che permette di colpire l’avversario con delle scariche di energia che si originano da una o entrambe le mani.

Scopriamo come funzionano i Fulmini di Forza di Star Wars con un video che ci spiega la base scientifica di questa tecnica d’attacco Sith

Visti cronologicamente parlando (non seguendo l’ordine di uscita dei film della saga) per la prima volta in Star Wars: L’attacco dei Cloni quanto il Conte Dooku colpisce Anakin, i Fulmini di Forza hanno da sempre caratterizzato l’agire di Palpatine (Darth Sidious), profondo conoscitore dei segreti del Lato Oscuro, e dei suoi seguaci.

Leggi anche: Quanto è forte Saitama? Ce lo spiega la scienza!

Da autentici nerd quali siamo, non potevamo non chiederci come funzionano i Fulmini di Forza e se questa tecnica possa essere scientificamente possibile, perché sappiamo benissimo che potremmo anche criticare l’ennesimo film della saga di Guerre Stellari, parlando di sceneggiatura, coerenza narrativa e fanservice più o meno esagerato, ma nel momento in cui siamo di fronte a spade laser o scariche elettriche i nostri occhi si illuminano e tutto cede il passo alle emozioni che possono generare discussioni e diatribe su chi sia effettivamente più potente, un Sith o un Jedi.

A cercare di dare risposta a questo quesito ci ha pensato youtuber Dom di Nerdologic – Of Science & Nerds con un video che ci spiega un po’ di Fisica di Star Wars prendendo in considerazione, nel solito divertente e istruttivo video, proprio i Fulmini di Forza.

Ma non voglio annoiarvi ancora e quindi vi lascio al video di Nerdologic non prima di aver esclamato: “Poteeere, illimitato poteeere!!!”.

...e questo?
Pale Blue Dot: la “foto di gruppo” dell’Umanità