Star Wars: J.J. Abrams risponde così a George Lucas deluso dalla nuova trilogia

jj abrams Star Wars Episodio VII

Non è un mistero che George Lucas, dopo aver venduto Lucasfilm e i diritti dell’intero franchise Star Wars alla Disney, sia rimasto molto deluso dalla nuova trilogia di Guerre Stellari.

J.J. Abrams dice la sua circa la delusione che George Lucas ha avuto dalla nuova trilogia di Star Wars

Il regista californiano quando ha saputo che J.J. Abrams e il team creativo della Disney non stavano usando nessuna delle sue idee nella nuova trilogia non l’ha presa affatto bene, come rivelato da Bob Iger, boss della Casa di Topolino, nel suo libro “The Ride of a Lifetime: Lessons Learned from 15 Years as CEO of the Walt Disney Company”:

George si è subito arrabbiato quando hanno iniziato a descrivere la trama e si è reso conto che non ne stavamo usando nessuna delle sue storie che ha fatto inserire nell’accordo di vendita.

In particolare Iger ha descritto un Lucas amareggiato e deluso dopo aver visto Il Risveglio della Forza, con il regista che lamentava l’assenza di novità, sia sotto l’aspetto della storia sia per quanto riguardava la questione effetti visivi privi di passi in avanti sotto il profilo tecnico.

Proprio J.J. Abrams, regista di Episodio VII e che è tornato a dirigere Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, ha detto la sua riguardo al sentimento di disillusione del papà della saga:

Ho solo parole di gratitudine per George. Probabilmente è stata una cosa complicata per lui. Decidere di passare la mano e vendere questa cosa che aveva creato, che considerava come un figlio, ad altre persone è peggio che firmare un assegno sorridendo.

Lui però è incredibilmente gentile. È stato super generoso.

Quando abbiamo iniziato a lavorare al nuovo film, ci siamo incontrati con lui e abbiamo analizzato una marea di idee e storie diverse e abbiamo ascoltato il suo punto di vista, quelli che lui riteneva fossero gli aspetti più importanti.

Non abbiamo fatto altro che cercare di essere fedeli ad alcuni aspetti fondamentali della storia. Non è stato difficile. E ancora, lui è stato incredibilmente gentile. Quindi gli sono davvero grato. Desideravo forse che Il Risveglio della Forza diventasse il suo film preferito di tutti i tempi? Certo, volevo solo rendergli giustizia .

Davvero, non provo niente di diverso dal più profondo rispetto per quell’uomo, e sto ancora lavorando a questi film, ora più di prima, con la meraviglia negli occhi per quello che lui è riuscito a creare.

Leggi anche: Star Wars – L’Ascesa di Skywalker, il regista e il cast parlano del film rivelando nuovi dettagli

Precedentemente, parecchio tempo addietro, il presidente di Lucasfilm Kathleen Kennedy aveva rivelato che George Lucas aveva apprezzato comunque il lavoro svolto (cosa di un’ovvietà disarmante ma non per questo tale da impedire a Lucas di criticare il risultato finale):

Potrebbe non essere d’accordo con ogni scelta fatta da J.J., potrebbe non essere d’accordo con quelle fatte da Rian Johnson . Ma apprezza il cinema che io e lui conosciamo e apprezza molto, per esempio, ciò che Industrial Light & Magic (la sezione effetti speciali e visivi di  Lucasfilm] ha fatto i Episodio VII ed Episodio VIII.

Voglio dire, è una società che ha creato lui e continua a dirsi stupito di come stiano andando le cose, con la possibilità di fare tutto ciò che ci viene in mente.

Pare evidente come queste dichiarazioni servano ad accontentare soprattutto il fandom di Star Wars legato emozionalmente alla figura di George Lucas, con quest’ultimo che, nonostante abbia venduto i diritti del franchise vorrebbe, a ragione, non vedere snaturata la sua creatura.

Chissà quali sono i termini del contratto circa le storie proposte da Lucas prima della firma e, a quanto pare, ignorate in gran parte. Forse Disney e Lucasfilm le tengono in serbo per imbastire l’arco narrativo delle future storie del franchise?

Voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere con un commento qui sotto!

Fonte: Geektyrant

Leggiamo altro?
Ghostbusters: Afterlife, prime immagini e nuove informazioni sul film
>