Fortnite: entro 30 anni ci sarà un film che competerà con Avengers: Endgame

fortnite lama delle scorte

Shams Jorjani, Chief Business Development di Paradox, è dell’idea che i grandi blockbuster hollywoodiani della prossima generazione saranno basati sui videogiochi, in particolare su titoli come Fortnite e Minecraft, prevedendo che entro 30 anni un pellicola ispirata la celebre battle royale di Epic Games potrà tenere testa e addirittura superare il successo di Avengers: Endgame.

Entro trent’anni arriverà nelle sale cinematografiche un film di Fortnite in grado di tenere testa e addirittura superare Avengers: Endgame

Il ragionamento seguito d Jorjani si basa su quello che rappresentano oggi i cinecomic e da dove derivano queste produzioni che continuano a incassare milioni di dollari al botteghino:

Il successo delle produzioni cinematografiche Marvel è in gran parte dovuto a un tipo di intrattenimento che ha divertito bambini e ragazzi negli anni ’70 e ’80, cioè i fumetti. Tra 20 anni, tutti i grandi IP saranno basati sui videogiochi attuali che la nostra generazione ha giocato.

Fra 30 anni ci sarà un grande film di Fortnite, perché in quel momento futuro sia i creatori che il pubblico saranno guidati dalla nostalgia dei giochi che giocavano da bambini, analogamente a quello che succede oggi con i cinecomic che risvegliano la passione dei fumetti.

La cosa dominerà tutti i media e prenderà il controllo di tutto perché per i bambini di oggi Fortnite e Minecraft sono una religione.

Il discorso di Jorjani è senza dubbio sensato anche se bisogan considerare che i film ispirati ai videogiochi cult di decenni fa, come per esempio Super Mario Bros. o franchise più recenti tipo Resident Evil, non sono nemmeno lontanamente riusciti a innescare successi come quelli dei cinecomic, quindi l’eventualità che anche Fornite o Minecraft possano avere risultati inferiori alle aspettative, anche fra 30 anni, è da mettere in considerazione.

Il dirigente di Paradox però immagina che i grandi successi videoludici odierni pian piano entreranno nell’immaginario collettivo anche in maniera con riferimenti via via più presenti citando Stranger Things:

Il motivo per cui Stranger Things e produzioni simili stanno andando davvero bene è perché si rifanno all’infanzia delle persone cresciute negli anni ’80. I bambini di allora ora sono dei professionisti di grande successo e possono scegliere su cosa lavorare optando per ciò che ha influenzato la propria infanzia.

In pratica i bambini i oggi che amano follemente Minecraft e Fortnite saranno i manager, scrittori, animatori e sceneggiatori di domani, quindi è molto probabile che decideranno di creare blockbuster cinematografici e non dedicati ai videogame della loro infanzia.

Voi cosa ne pensate a riguardo? Notate gli stessi parallelismi fumetti-cinecomic oppure credete che questa sorta di conseguenzialità non sia proprio così assicurata? Fatecelo sapere con un vostro commento qui sotto!

Fonte: PCGamesn

Leggiamo altro?
The Grudge: violenza e morte sono il mix del primo trailer vietato ai minori