I creatori di Game of Thrones, per loro stessa ammissione, non avevano idea di cosa stessero facendo

creatori di Game of Thrones

Sta facendo molto discutere la sessione di domande e risposte avvenuta con i creatori di Game of Thrones, David Benioff e D.B. Weiss, al recente Austin Film Festival; evento durante il quale i due autori hanno spiegato che, sostanzialmente, non sapevano cosa stavano facendo per la maggior parte del tempo.

David Benioff e Dan Weiss, parlando con i fan, rivelano che Game of Thrones è stata principalmente una “costosa scuola di cinema”

Grazie ai tweet di un utente che ha assistito al panel (pubblico) lo scorso 26 ottobre, siamo stati infatti in grado di scoprire alcuni retroscena sulla creazione di una delle serie TV più amate della storia, conclusasi però sotto aspre critiche. E se vi è piaciuto Il Trono di Spade… beh, sappiate che pare essere frutto di una serie di tentativi ed errori, più che un progetto ben strutturato.

Ecco i tweet che stanno scatenando le ire dei fan di Game of Thrones in queste ore (forse, anche a causa della superficialità e supponenza di certe dichiarazioni):

David sta descrivendo l’incontro preliminare con George R.R. Martin che stava mettendo in discussione la loro buona fede e “non ne avevamo davvero.” Non avevamo mai fatto TV e non era questione di onestà. Non sappiamo perché si sia fidato di noi per il lavoro della sua vita “.

I due hanno puoi continuato spiegando di sapere che il pilot della serie, quello mai andato in onda, era un vero disastro :

Tutto quello che potevamo sbagliare, lo abbiamo sbagliato. La sceneggiatura, il casting, i costumi.

Le risposte quasi surreali sono arrivate però poco dopo, quando Weiss ha spiegato di come Game of Thrones sia stata sostanzialmente una “costosa scuola di cinema” per lui e Benioff, che all’epoca erano completamente inesperti nel campo. Non avevano l’idea di come interfacciarsi con i costumisti e tutto è stato una “grande esperienza di formazione”.

Game of Thrones è costata a D&D 10 anni della loro vita, e forse è anche per questo motivo che solo poche ore fa hanno annunciato di non volersi occupare più di Star Wars:

Poi la cosa sembra essere degenerata, con Weiss che ha spiegato di come molti elementi fantasy sono stati eliminati dallo show per raggiungere il pubblico più vasto possibile, “fatto di madri, giocatori di football…” (categorie che, a quanto pare, per i creatori di Game of Thrones non possono essere appassionate di fantasy):

Ed infine la ciliegina sulla torta, con Dan che ha spiegato di non aver mai tenuto conto delle reazioni dei fan; nonostante il casting di Jason Momoa (semplice “Khal” all’epoca dei fatti e oggi star internazionale) sia avvenuto proprio grazie ai forum di discussione degli appassionati della serie:

Insomma, un vero pasticcio di PR che, forse, alla luce di quanto accaduto all’Austin Film Festival, la diserzione dei creatori di Game of Thrones all’ultimo San Diego Comic Con non è stata poi una cattiva idea.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere tramite un commento qui sotto!

Leggiamo altro?
The witcher 2 netflix
The Witcher 2: Netflix annuncia la seconda stagione della serie TV
>