Eris Edizioni: ecco le novità e le anteprime per Lucca Comics and Games 2019

Tante novità e anteprime per Eris Edizioni / Progetto Stigma al Lucca Comics and Games 2019.

Se vi siete persi il libro cult “E così conoscerai l’universo e gli dei”, la manifestazione toscana sarà un’ottima occasione per rimediare!

Eris Edizioni/Progetto Stigma saranno al Lucca Comics and Games 2019 per presentare le ultime novità editoriali. Scopiamo da vicino le nuove graphic novel!

Puntuali come ogni anno, anche per questo Lucca Comics noi nerd amanti della lettura avremo tantissimi stand da visitare (cercando di lasciare le carte di credito a qualcuno per non dilapidare i nostri risparmi!). Anche per la manifestazione del 2019, Eris Edizioni e Progetto Stigma saranno presenti e li potrete trovare al Padiglione Napoleone, stand 211.

Ecco di seguito le novità e le anteprime della casa editrice:

Prison Pit – di Johnny Ryan

Tra lande desolate e prigioni spaziali un guerriero wrestler intergalattico massacra una pletora di nemici mostruosi senza mai fermarsi. 760 pagine di sangue, budella e ossa maciullate: l’apoteosi della violenza.
Prison Pit è uno tra i più irriverenti e significativi fumetti alternativi pubblicati negli ultimi vent’anni. L’autore ha mescolato il suo amore per il wrestling con influenze che vanno da Dungeons & Dragons a Berserk di Kentaro Miura, e ha creato un’esilarante avventura splatter. Un distillato di demenzialità, volgarità e combattimenti assurdi.

Visa Transit – Volume 1 – di Nicolas de Crécy

Estate 1986: poco dopo la tragedia di Chernobyl, Nicolas de Crécy e suo cugino, ventenni, partono per un lungo viaggio on the road con una vecchia e scassata Citröen Visa. Con a bordo una piccola biblioteca improvvisata e dormendo nei sacchi a pelo, attraversano il nord Italia, la Jugoslavia, la Bulgaria fino alla Turchia. Visa Transit è un racconto autobiografico, l’autore mescola i ricordi di viaggio a quelli d’infanzia, dando vita a una profonda riflessione sugli ultimi decenni dell’Europa: da quella dei visti e delle frontiere, a quella della libera circolazione e del turismo dei voli low-cost. Lo stesso titolo è un gioco di parole tra il nome della macchina e la parola visto (visa in francese). In un mondo diviso in blocchi, il viaggio è scandito dai controlli dei documenti a ogni confine – e dalla paura che questi momenti comportano – a cui fa da contrasto la luce calda e solare dei paesaggi attraversati e degli incontri rimasti impressi nella memoria.

E così conoscerai l’universo e gli dei – di Jesse Jacobs

Questa è la genesi secondo Jesse Jacobs, il suo personalissimo mito della creazione. E così conoscerai l’universo e gli dei racconta di come la terra, con i suoi “ani-mali” e i suoi “u-mani”, sia nata per diletto ed esercizio di tre divinità che sotto la supervisione del loro maestro e consigliere si esercitano con composizioni molecolari psichedeliche, giocando con silicio, carbonio e dimensioni impossibili nascoste l’una dentro l’altra. Un viaggio visivo in un cosmo popolato da divinità capricciose, competitive, ma anche dolci ed empatiche, che litigano tra di loro per il compito meglio riuscito e l’approvazione del loro supervisore.

Days of Hate – Atto Secondo – di Ales Kot e Danijel Zezelj

Il finale di una tragedia distopica. Stati Uniti d’America, 2022. La supremazia bianca è al potere. Due donne vengono divise da un terribile lutto. Una finisce nelle braccia dello stato di polizia che controlla l’ordine pubblico e sociale. L’altra sceglie di combattere contro i suprematisti bianchi per rabbia, per odio, per il diritto alla propria identità e alla libertà. Questa è la storia di una guerra, una tragedia in due atti che porta il lettore in viaggio per degli Stati Uniti cupi, feroci, senza speranza dove l’unica alternativa possibile sembra essere o la violenza o una resistenza più sottile per non cedere alle pressioni psicologiche del sistema.

Rufolo e il grande evento – di Fabio Tonetto

È il giorno del Grande Evento di Rufolo, ma gli altri abitanti del suo mondo non sembrano per niente interessati. Cosa si deve fare per avere un po’ di attenzione? Tra massi parlanti, cuccioli di insetti che non vogliono crescere e discussioni esistenziali, a Rufolo non resta che una soluzione: proseguire dritto fino al suo Grande Evento senza farsi distrarre da nessuno. Anche e non è affatto facile, perché nel suo mondo, uno spazio bianco dove il tempo sembra sospeso, tutto è possibile e le aspettative vengono sempre disattese.

The Artist – di Anna Haifisch

The Artist racconta le disavventure tragicomiche di un giovane artista, un pennuto stravagante e gracilino, che tenta di avere successo nel mondo impietoso e assurdo dell’arte. Da quando da piccolo ha pronunciato le 4 fatidiche parole “Voglio diventare un artista”, il suo destino è stato segnato: ogni suo sogno di successo e di riconoscimento viene costantemente distrutto da una realtà ostile e crudele che lo condanna a dubbi e ansie, alla depressione e all’autocommiserazione. L’ombra del fallimento avvolge tutti sui suoi tentativi artistici e di rapporti con gli altri. Con il suo universo vicinissimo alla tradizione dei funny animals, senza esseri umani ma pieno di umanità, The Artist è un racconto spassoso, poetico e geniale che scatena tra i lettori un’empatia e un’immedesimazione senza confini.

Potete già acquistare The Artist a QUESTO INDIRIZZO.

INN – di Jacopo Starace

Un uomo si ritrova senza sapere perché in un mondo incomprensibile dove incontra una piccola luce che diventa subito sua amica. Purtroppo la perde subito e così si ritrova catapultato in un viaggio caotico, all’inseguimento della sua luce, tra un tumulto di problemi irrisolti e strani figuranti. In questo suo primo graphic novel Jacopo Starace mostra tutti gli elementi della sua poetica, personale e già perfettamente coerente. Una narrazione lineare che si trasforma in una grande avventura rocambolesca, ambientazioni visionarie, la capacità di creare un’empatia immediata con il lettore, poesia e dolcezza ma anche azione e combattimenti: una favola classica sulla guerra tra luce e ombra resa graficamente in un fumetto che inizia cupo e oscuro per trionfare nel bianco della luce.

Per quanto riguarda le altre novità 2019 di Eris e Progetto Stigma avremo con noi Squaz con il suo Sarò Breve (Progetto Stigma) a coronamento di vent’anni di carriera, Lorenzo Mò con il suo acclamato, da nerd e non, graphic novel d’esordio Dogmadrome, Officina Infernale con Iron Kobra (realizzato con AkaB per Progetto Stigma) vincitore del premio Miglior Fumetto Italiano al Treviso Comic Book Festival. Ma ci saranno anche Adam Tempesta (autore della grafica del nostro stand) con i suoi Itero Perpetuo e Inerzia e Cammello con Rubens (spin off di Tumorama realizzato con AkaB e Spugna per Progetto Stigma).

Allo stand sarà possibile incontrare molti degli autori delle novità presentate da Eris Edizioni, i quali saranno anche protagonisti di conferenze e appuntamenti con i fan. Potete restare aggiornati sugli eventi visitando la pagina Facebook di Eris Edizioni.

Leggiamo altro?
teen titans Bronze Age del fumetto
La Bronze Age del fumetto: i comics americani diventano adulti
>