Netflix fa male alla salute e al clima, lo dice la scienza

Stando a quanto emerso da recenti studi Netflix, e più in generale il binge watching, sarebbero dannosi per la salute delle persone e anche del pianeta, contribuendo non solo a disturbi fisiologici come le malattie cardiache e il calo del desiderio sessuale, ma incidendo anche sui cambiamenti climatici.

Secondo alcuni recenti studi Netflix e il binge watching sono dannosi per la salute degli uomini e per quella dell’intero pianeta Terra

Nonostante possa sembrare quasi uno scherzo, la notizia riporta i risultati pubblicati in un rapporto del Journal of American Heart Association del mese scorso, secondo il quale coloro che guardano più di quattro ore al giorno di televisione presentano un rischio di morte prematura per malattie cardiache maggiore del 50% rispetto alle persone che passano meno della metà dello stesso tempo a guardare programmi televisivi.

Tali rilevazioni portano quindi a indicare il cosiddetto binge watching come dannoso per la salute di quelle persone che restano chiuse in casa a guardare film o serie TV per ore, sottraendo tempo ad attività più salutari.

Se ciò non bastasse, a mettere in allarme tutti gli appassionati dello streaming è un altro studio, proveniente dallo Shift Project di Parigi, che ha evidenziato come l’entertainment online abbia un impatto altamente inquinante sul pianeta Terra, contribuendo ai cambiamenti climatici che stanno pian piano sconvolgendo l’ecosistema del nostro mondo.

Secondo l’ente no-profit francese l‘impronta di carbonio derivante dallo spostamento dei dati video attraverso internet e le reti mobili è davvero enorme ed è destinata ad aumentare nei prossimi anni, con un incremento che porterà l’impatto inquinante legato ai servizi di streaming a raggiungere, nel 2020, il 4% del totale delle emissioni di anidride carbonica.

Guardare un video ad alta definizione in streaming su uno smartphone per soli 10 minuti, per esempio, equivale a utilizzare un forno elettrico da 2000 watt a piena potenza per cinque minuti.

Maxime Efoui-Hess, autore dello studio di Shift Project, intervistato a riguardo ha spiegato come lo streaming online possa inquinare più che utilizzare l’automobile per andare al cinema:

Guardando due ore di contenuti in streaming si producono 6 chilogrammi di CO2, mentre se si usa l’automobile per andare a vedere un film al vengono prodotti circa 200 grammi di anidride carbonica per passeggero, quota a cui va aggiunta anche quella prodotta dai condizionatori delle sale durante la visione del film.

Insomma, come sempre equilibrio e moderazione sono il metodo migliore per godersi anche qualche ora di rilassante binge watching, ma cercate di non esagerare perché se la piccola Greta Thunberg dovesse venire a conoscenza di questi studi, c’è il rischio che vi si piazzi in salotto con il suo impermeabile giallo biasimando la vostra passione per Netflix.

Poi non dite che non vi avevamo avvertiti.

Fonte: Hollywood Reporter

Leggiamo altro?
My Hero Academia – Heroes: Rising si mostra con il full trailer ufficiale