Alice in Borderland: Netflix ordina una serie TV live-action

allice in borderland

Netflix continua a pescare a piene mani nel mondo delle produzioni manga e annuncia che produrrà una serie TV live-action di Alice in Borderland (Imawa no Kuni no Arisu), lo shonen manga sci-fi creato da Haro Arso nel 2010.

Alice in Borderland, il folle manga sci-fi creato da Haro Arso, diventerà una serie TV Live-action prodotta da Netflix

La serie TV dovrebbe debuttare sul catalogo del colosso dello streaming nel corso del 2020.

Ryohei Arisu è un ragazzo molto infastidito dalla sua intollerabile e monotona vita.

Un giorno, mentre è in compagnia con due suoi amici a bere e a guardare i fuochi d’artificio, uno dei giochi pirotecnici esplode in una luce accecante che fa sparire tutte le persone attorno a loro.

Nella Tokyo svuotata, desolata e diroccata, inizia così una sequenza di “giochi” con Arisu e i suoi amici che dovranno lottare per non morire in questo  “luogo di confine”.

Si tratta di un folle scenario di un altrettanto pazzesco survival game che, attimo dopo attimo, attraverso prove improbabili ma micidiali e pericolose, metteranno a dura prova Ryuhei, ragazzo dal presente difficile e problematico, Karube, tipo coriaceo e manesco, e Chota, allegro, svitato ed erotomane.

Pubblicato dal 201 al 2016 su Shonen Sunday Super, Alice in Borderland ha visto la nascita di due spin-off: Chi no Kyokuchi: Daiya no King-hen e Alice on Borderroad.

Il manga è stato anche adattato in un OAV di tre espisodi distribuita dai produttori di Silver Link.

Leggiamo altro?
Stranger Things 4: gli sceneggiatori rivelano accidentalmente il ritorno di Robin
>