Neon Genesis Evangelion

Neon Genesis Evangelion sbarca su Netflix ma il nuovo doppiaggio fa infuriare i fan

Neon Genesis Evangelion, l’anime cult dello studio Gainax che, senza temere smentite, rappresenta una delle pietre miliari dell’animazione seriale giapponese, è approdato proprio oggi su Netflix facendo felici una moltitudine di fan che non vedevano l’ora di ripercorrere la storia di Shinji Ikari e posare nuovamente gli occhi sui meravigliosi mecha EVA (almeno così sarebbe dovuto essere).

Neon Genesis Evangelion debutta su Netflix ma il nuovo adattamento italiano ha scatenato le proteste dell’anime cult dello studio Gainax

Tuttavia il nuovo adattamento italiano e il conseguente ri-doppiaggio dell’anime (dato che Netflix non detiene i diritti di quello originale), ha scatenato un vespaio di proteste da parte dei fan che, in qualche modo, si sentono molto delusi per via di scelte ‘artistiche’ che non tengono conto della produzione originale giapponese, né tantomeno di quella che portò per la prima volta, grazie a MTV, NGE sugli schermi italiani.

L’annosa questione degli adattamenti degli anime giapponesi è qualcosa che ci trasciniamo da tempo immemore ma, questa volta, le critiche non mirano al doppiaggio vocale in sé, quanto all’utilizzo di termini e frasi che sembrano quasi avulsi e slegati dalla storia di Evangelion.

Le proteste, che continuano a rimbalzare in rete, si concentrano principalmente sull’uso di parole come “Apostoli”, il chiamare i personaggi usando i cognomi prima dei nomi (cosa che, a dire il vero, in Giappone è prassi), fino ad arrivare a ribattezzare l’EVA-01 come “unità Prima” e l’EVA-02 “unità Due”, senza considerare traduzioni che sembrano uscite fuori da un libro di filosofia.

Insomma, sembra che da anime impregnato di termini tecnici sia stato affrontato con un’interpretazione, probabilmente molto più fedele all’originale, ma che fa perdere quasi “credibilità” all’anime stesso, almeno per come lo abbiamo conosciuto grazie alla versione originale del 2001 che, guarda caso, come oggi, aveva sempre Gualtiero Cannarsi e Fabrizio Mazzotta e dirigere il doppiaggio.

Voi cosa ne pensate? Avete già visto il Neon Genesis Evangelion di Netflix? Ricordate qualche termine/passaggio che vi è sembrato particolarmente ‘fastidioso’ e bizzarro? Fatecelo sapere con un commento qui sotto!

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed
Leggiamo altro?
Fortnite: giovane gamer usa lo streaming Twitch per guadagnare e aiutare il padre malato di cancro