Sean Astin torna a parlare, ancora una volta, del sequel de I Goonies

I Goonies

Sono passati ormai 34 anni dall’uscita nei cinema di uno dei film che ha segnato la mia infanzia (e quella di milioni di altre persone nel mondo) e, nel tempo, ho sempre pensato che Hollywood avrebbe prima o poi realizzato un sequel de I Goonies.

Dello stesso avviso è stato anche Sean Astin (Mikey) negli ultimi 20 anni, aggiornandoci in varie occasioni sul progetto che, specialmente negli ultimi tempi, si pensava sarebbe decollato.

Ora, però, le cose sembrano essere cambiate.

Goonies

 

 

Sean Astin non è più così sicuro che un sequel de I Goonies verrà realizzato. Ora sta pensando ad un reboot del franchise

In occasione di una recente intervista con Collider per la promozione del suo nuovo show di Netflix, No Good Nick, l’attore ha infatti spiegato di non essere più così sicuro che un sequel de I Goonies verrà effettivamente realizzato.

“Per 20 anni, la mia risposta a questa domanda è stata un sì inequivocabile, ci sarà un sequel – non è una questione di se, è una questione di quando. Solo certezze”, ha ammesso Astin. “Beh… ora quella certezza non c’è più. Ora credo che abbiamo probabilmente superato la soglia per la quale tutti noi, membri del cast originale inclusi, abbiamo una ragione per realizzare un sequel”.

Un ultimo barlume di speranza per il sequel, però, Astin ha voluto ancora tenerlo acceso, specificando che Hollywood non è solito lasciar morire franchise importanti senza almeno uno o due reboot, spiegando che sarebbe felice di poter tornare in un nuovo film de I Goonies:

“I fan sono così tanti e così affezionati al film che sono convinto che, almeno, ci sarà un reboot con cui avrò a che fare”, ha continuato l’attore. “E se non sarà buono come il film originale, va bene, a chi importa? Credo che Spielberg abbia atteso così ha lungo un’idea che abbia quella magia e non l’abbia ancora trovata e, quindi, non ha ancora premuto il grilletto. È così preoccupato che non so nemmeno se lo farebbe da solo e, sapete, Dick Donner lo vuole fare.”

Corey Feldman Goonies

Nella stessa intervista si è poi scoperto che Astin e Corey Feldman (Mouth) avevano proposto un adattamento in tre atti per il teatro a Donner, ma che l’idea era stata stroncata con un semplice “Sì, non lo faremo”.

Cosa ne pensate? Vi sarebbe piaciuto veder realizzato un sequel de I Goonies? Fatecelo sapere tramite un commento qui sotto!

Leggiamo altro?
Dolittle: il film con Robert Downey Jr. cambia nome (e si mostra nel primo poster)