Larian Studios sceglie il nome di un cane per il suo nuovo progetto!

No, non è Indiana il nome scelto da Larian Studios come codename per il progetto di sviluppo del suo prossimo titolo. Mettete via fedora e frusta e lasciate perdere il professor Jones, i creatori di Divinity: Original Sin II sono all’opera per un nuovo progetto e come da tradizione hanno dovuto scegliere un nome di lavorazione per questa fase dello sviluppo, e la scelta è stata Gustav.

Larian Studios è al lavoro su Project Gustav, ma come mai è stato scelto proprio questo nome?

Il nuovo gioco dei Larian Studio, che non è stato ancora confermato come appartenente al mondo di Divinity: Original Sin, dovrebbe “unire tutte le cose che abbiamo già esplorato. Influenzerà la narrazione, i sistemi, il multiplayer, nuove cose e nuove idee“. Ma la cosa davvero curiosa è che Project Gustav prende il nome dal cagnolino di Swen Vincke, il fondatore e CEO di Larian Studios.

Questa divertente rivelazione arriva da un recente documentario di Gameumentary, che racconta i primi giorni di questa intraprendente software house fino al successo ottenuto con Divinity: Original Sin II. Potete vedere questo interessante documentario sul sito di Destructroid, oppure scrollare la pagina in basso e gustarvelo direttamente qui su Just Nerd.

All’interno del documentario compare proprio Vincke, che spiega alcuni retroscena del passato di Larian Studios e chiarisce come è nata l’idea di questo terzo, atteso videogioco:

“Come stavamo finendo Divinity: Original Sin 2, passammo un week end circa un mese prima in una stanza d’albergo per decidere cosa avremmo fatto dopo. “

Anche se al momento non c’è nulla di ufficiale a riguardo, Vincke definisce questo misterioso progetto come un qualcosa che potrebbe definirsi un seguito. Non sarà esattamente una prova, ma ,quantomeno, è una speranza che si tratti del terzo capitolo di Divinity: Original Sin.

divinity original sin 2 1

Vincke ammette che al momento la cosa più preoccupante è come realizzare un qualcosa che non deluda i giocatori, visto l’ottimo expolit dei precedenti lavori di Larian Studios. L’obiettivo è mostrare di aver compreso ciò che ha reso possibile questo successo, aggiungendo “innovazione su aspetti che i giocatori vorrebbero non dover più fare, anche se erano divertenti ma che non lo sarebbero una seconda volta

Si tratta nella migliore delle ipotesi di qualche anno prima che Project Gustav si mostri nella sua forma completa. Fino a quel momento, continuo a sperare sia o il terzo capitolo di Divinity: Original Sin o un una nuova ambientazione, ma di sicuro il futuro di Larian Studios è ricco di ottime premesse!