Blackout: Hong Kong sarà rilasciato ad Essen, ecco l’annuncio di Eggertspiel

Blackout Hong Kong

Eggertspiele ha annunciato che Blackout: Hong Kong, il nuovo gioco creato da Alexander Pfister (Great Western Trail) e illustrato da Chris Quilliams sarà rilasciato ufficialmente ad Essen.

Il gioco sarà disponibile pochi giorni dopo nei negozi tradizionali e sui canali di e-commerce dedicati. Ecco l’annuncio dal sito ufficiale di Eggertspiele:

Eggertspiele è veramente felice di annunciare Blackout: Hong Kong! Progettato da Alexander Pfister, vincitore del premiato gioco di successo Great Western Trail, e illustrato dall’artista di fama mondiale Chris Quilliams. Blackout: Hong Kong porterà i giocatori a dover gestire il collasso della rete elettrica asiatica. Nelle situazioni più estreme, i giocatori saranno chiamati a recuperare risorse, costruire una solida rete di specialisti e volontari per stabilizzare la regione per evitare la distruzione della società.

In Blackout: Hong Kong dovremo risolvere il caos che si è creato a seguito di un eccessivo sovraffollamento della rete elettrica della città

Blackout: Hong Kong, è un classico euro game dove i giocatori (da 1 a 4) lavorano per riportare l’ordine in una futura Hong Kong, a seguito di un clamoroso quanto difficilmente risolvibile blackout, causato dall’eccessivo sovraffollamento della città e della sua rete elettrica.

Con il primo lancio di dadi verranno selezionate casualmente 3 delle 6 risorse del gioco che saranno disponibili per il round. In seguito, i giocatori selezionano 3 carte, che sono posizionate a faccia in giù sulla loro plancia giocatore e, una volta rivelate le carte, possono posizionare i cubetti di controllo sul tabellone, guadagnare e spendere risorse, usare abilità per raggiungere gli obiettivi della partita.

Blackout: Hong Kong prevede anche la possibilità di fare scouting (sempre che le carte della propria mano permettano di creare una squadra adeguata allo scopo),un lavoro pericoloso che però offre un modo alternativo per raccogliere le risorse necessarie. Inoltre, indipendentemente dal risultato, una delle squadre finirà in ospedale, e la carta corrispondente sarà eliminata dal gioco.

Durante il gioco, è inoltre possibile commerciare, usando i guadagni per acquistare le carte vendendo il cibo e l’acqua in eccesso.Attenzione però perché alla fine del gioco il denaro residuo si trasforma in punti, che possono tornarci molto utili.

I giocatori ottengono punti anche per i territori che controllano e alla fine del gioco, chi ha più punti ovviamente otterrà la vittoria finale. Blackout: Hong Kong prevede tre modalità di gioco: giocatore singolo, competitivo e campagna (5 capitoli da 75 a 150 minuti ciascuno).

In attesa dell’uscita ufficiale fateci sapere cosa ne pensate in un commento qui sotto.

Leggiamo altro?
Gameboard-1, il tabellone digitale per GdT, su Kickstarter