iOS 12 condividerà automaticamente la posizione dell’iPhone durante le chiamate alla polizia

Il tempismo e la velocità nell’avvertire le autorità, nell’eventualità si stia verificando un crimine o in qualunque situazione di emergenza, è una cosa fondamentale affinché si possa intervenire nel più breve tempo possibile.

A partire dal prossimo autunno, negli USA, iOS 12 permetterà di condividere automaticamente la posizione dell’iPhone durante le chiamate alla polizia

Apple ha da poco annunciato che iOS 12, la nuova versione del sistema operativo dei melafonini, includerà una nuova funzionalità (al momento riservata solo agli utenti USA) che permetterà di condividere automaticamente la posizione dell’iPhone durante le chiamate al 911, il numero di emergenza valido sul territorio statunitense.

Lo scopo di questa feature di iOS 12 è più evidente, poiché mira a ridurre i tempi di risposta alle emergenze ottimizzando il processo di raccolta delle informazioni e permettere alle forze dell’ordine di effettuare interventi più tempestivi.

Apple ha fatto notare che circa l’80% delle chiamate di emergenza negli Stati Uniti sono effettuate tramite smartphone, tuttavia un’infrastruttura obsoleta rende complicato, per i centralini del 911, individuare rapidamente la posizione esatta del chiamante che, spesso, in preda la panico e all’agitazione, ha difficoltà a fornire informazioni chiare e precise.

Questa novità di iOS 12 si basa sul sistema HELO (Hybridized Emergency Location) di Apple lanciato nel 2015 e sarà integrato con il già esistente software esistente di molti centralini 911 fornito dalla società.

Apple ha comunque voluto tranquillizzare gli utenti circa l’aspetto privacy legato a questa funzionalità, precisando che non potrà essere realizzato nessun abuso o utilizzo improprio dei dati degli utenti (in primis la loro posizione) se non strettamente legati all’emergenza segnalata.

La funzionalità, che sarà attiva (per ora) soltanto negli USA, non è escluso che possa essere implementata anche in altri paesi del mondo nei mesi successivi al lancio di iOS 12

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere con un commento qui sotto!

Fonte: The Verge

Potrebbe piacerti anche