Un calabrone come animale da compagnia? In Giappone è già realtà

Quando una vespa si aggira nei paraggi sono i momenti in cui mi accorgo di possedere anche io dei “sensi da ragno”, avvertendo il pericolo con i peletti sul braccio che si sollevano; non credo quindi che riuscirei a vivere con un calabrone come animale da compagnia (ma non pensavo fosse nemmeno possibile, fino ad oggi).

La singolare storia arriva ovviamente dal Giappone, un paese dove vivere con un più semplice cane o gatto, in città, può essere complicato a causa degli spazi angusti e limitati degli appartamenti. Ma se qualcun’altro potrebbe pensare ad un pesce rosso o un canarino come alternativa, l’utente Twitter @togenanafushi ha un consiglio meno ortodosso: un calabrone.

Stando a Togenanafushi la vita con questi insetti (in realtà vive con più di un calabrone gigante asiatico, conosciuto anche come calabrone killer) è una convivenza ideale, con i suoi insetti da compagnia che ricordano il posto dov’è riposto il loro cibo e dormono sempre nello stesso luogo ogni giorno; un vantaggio rispetto ad altri animali che si impadroniscono del territorio casalingo senza troppi complimenti (qualcuno ha detto “gatti”?).

E per le punture?

La preoccupazione di molti, in realtà, è quella di venire punti da questi temibili insetti. Secondo @togenanafushi, però, senza un nido da difendere e senza essere provocati, nessun calabrone è interessato a pungere l’uomo.

Se siete ancora dubbiosi, @togenanafushi ha inoltre rivelato di essersi sbarazzato degli orologi sul suo comodino poiché il ronzio dei suoi animali da compagnia coincide esattamente con l’alba, rendendo inutile impostare una sveglia mattutina. Che fortuna!

Ovviamente la sua storia è diventata subito virale e @togenanafushi continua a raccontare i dettagli della strana convivenza attraverso il suo profilo twitter.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere tramite un commento qui sotto!

 

Potrebbe piacerti anche