Ready Player One: Steven Spielberg svela la morale del film!

Ready Player One sembra essere destinato ad entrare fin da subito nel gota dei film cult della pop culture, non solo per le sue innumerevoli citazioni che omaggiano molte delle icone di questo mainstream culturale, ma soprattutto per il significato profondo che la pellicola vuole trasmettere.

Rispondendo ad una specifica domanda rivoltagli nel corso di una recente intervista, il regista Steven Spielberg ha detto la sua riguardo alla morale del film:

Videogame e realtà virtuale possono essere divertenti, ma, ragazzi, cercate di non diventarne dipendenti, perché altrimenti passerete la vita in casa davanti a uno schermo senza scoprire niente di nuovo di quello che offre la vita reale.

Ogni tipo di dipendenza è negativa.

Ready Player One

Nel 2045, anno in cui il mondo sta per collassare sull’orlo del caos, le persone hanno trovato la salvezza nell’OASIS, un enorme universo di realtà virtuale creato dal brillante ed eccentrico James Halliday (Mark Rylance).

A seguito della morte di Halliday, la sua immensa fortuna andrà in dote a colui che per primo troverà un Easter egg nascosto da qualche parte all’interno dell’OASIS, dando il via ad una gara che coinvolgerà il mondo intero.

Quando un improbabile giovane eroe di nome Wade Watts (Tye Sheridan) deciderà di prendere parte alla gara, verrà coinvolto in una vertiginosa caccia al tesoro in questo fantastico universo fatto di misteri, scoperte sensazionali e pericoli.

Basato sull’omonimo romanzo di Ernest Cline e diretto da Steven Spielberg, Ready Player One vede nel cast Tye Sheridan, Olivia Cooke (Samantha Evelyn Cook/Art3mis), Ben Mendelsohn (Nolan Sorrento), Simon Pegg (Ogden Morrow), T.J. Miller (iR0k), Win Morisaki (Daito), Philip Zhao (Shoto) e Mark Rylance (James Halliday).

L’uscita nei cinema italiani del film è avvenuta il 28 marzo 2018.