Le donne dei fumetti: 5 storie al femminile da non perdere!

La donna, questo essere meravigliosamente mitologico celebra oggi quella che è la sua giornata per eccellenza, l’otto marzo.

Anche se molte donne non amano commemorare o ricordare la loro femminilità in questa giornata speciale, sbandierando il motto secondo cui la donna andrebbe festeggiata tutti i giorni, noi di Super Quark… ehm, Just Nerd, abbiamo deciso di farlo comunque e, ovviamente, a modo nostro.

Tante sono le storie che vedono le donne come protagoniste, dal cinema, alle serie TV fino ad arrivare ai grandi classici della letteratura di tutti i tempi.

Gli archetipi toccati da tutte queste forme d’arte identificano la donna come un essere dalle mille sfaccettature, proprie dell’animo umano, ma amplificate dalla dolcezza e dalla caparbietà.

Dire chi è una donna è impossibile, ma tante sono le donne e altrettante devono essere le storie raccontate che le vedono protagoniste per diletto o per denuncia, ma sempre con la consapevolezza di avere sempre qualcosa di grande da dire.

Spulciando nella nostra libreria abbiamo ripescato cinque titoli grandiosi che celebrano le donne dei fumetti, il loro essere così uniche ed irripetibili, supereroine di avventure quotidiane, coordinatrici di missioni spaziali all’interno degli enigmi mentali e, ovviamente, registe di film che esistono solo nelle loro teste.

Il blu è un colore caldo

Il primo titolo che viene in mente pensando alle donne raccontate nei fumetti è, probabilmente, Blu è un Colore Caldo.

Rivelazione tra le graphic novel, è stata trasposta sul grande schermo con il film Vita di Adele.

Questa grande opera letteraria scava nelle paure di una donna, Clémentine, che prende consapevolezza della sua natura, del suo essere omosessuale.

Una donna che ha paura, che è fragile ma riesce tramite la consapevolezza di sé ad autocelebrarsi nell’amore “condizionato” verso Emma, la ragazza dai capelli blu.

Una storia che è la proclamazione di un atto di consapevole coraggio, una Educazione Sentimentale di flaubertiana memoria. Romanzo grafico da avere assolutamente in libreria.

ODY-C

Quello che andremo a raccontarvi è un fumetto unico, assurdo ed eccelso.

Parliamo di ODY-C, edito in Italia da saldaPress, è la trasposizione in chiave femminile e Sci-Fi dell’Odissea di Omero.

Siamo su una navicella spaziale alla conquista del cosmo. L’equipaggio, dai mozzi al generale, è composto solo da donne, possenti e vigorose. Donne guerriere che combattono per difendere la loro supremazia.

Prezzo: Guarda su Amazon.it
Da: EUR 14,90

Un romanzo grafico dalla lingua stupefacente: arcaicità e super modernità si fondono in un prodotto unico e, ovviamente, epico.

Nato dal genio di Matt Fraction (testi) e Chistian Ward (disegni) per Image Comics è davvero un’opera tanto ambiziosa quanto particolare. Molto consigliata la lettura, anche per i non avvezzi al genere fantascientifico.

Ody-C

La Giusta Mezura

Un altro titolo che vi proponiamo fa sempre parte di quel filone di letteratura impegnata che è, fortunatamente, anche intrattenimento della miglior qualità. Parliamo de La Giusta Mezura.

Opera firmata da Flavia Biondi, delicata artista che tratta una storia comune a molti di noi: trentenni alla deriva, senza un lavoro che possa identificarli. I protagonisti della storia sono Manuel e Mia, una coppia di infelici.

Il romanzo grafico racconta di una storia d’amore, universale e che molti di noi, forse hanno vissuto. Un amore contrastato non dal sentimento in sé ma dalla vita stessa che rende i protagonisti infelici.

L’autrice, Flavia Biondi tocca delicatamente queste tematiche e ci regala un ritratto di Mia che è al di fuori di ogni aspettativa. Una sorpresa bellissima, un fumetto così profondo da resine incantati.

Leda

Altro fumetto imperdibile è firmato dalla vincitrice al Lucca Comics & Games del premio Gran Guinigi Sara Colaone, da Francesco Satta e Luca De Santis e il suo titolo è Leda. Che solo amore e luce ha per confine, edito da Coconino Press.

La storia narrata è quella di Leda Rafanelli, una storia novecentesca, quasi liberty che attraversa tutti i momenti più importanti di un’epoca di crisi e meraviglia.

Leda è una anarchica musulmana, è una scrittrice ma è anche una amante dell’amore. Sedurrà Carrà e Mussolini, si lancerà nelle braccia della storia come una protagonista irregolare e inappagata alla ricerca continua della propria essenza, di qualcosa che la definisca. Ma non si può definire già che non ha confini.

Un romanzo grafico superbo e delicato, non ci sono altre parole per descriverlo.

Violeta

Ultimo ma non ultimo, tra i must che esaltano le donne dei fumetti, parliamo di Violeta, bellissima graphic novel edita da Bao Publishing.

Anche questa volta abbiamo il racconto interiore e lungimirante di una donna artista.

Quelle da noi proposte, sono donne deboli, forti, artiste e donne comuni. Violeta però è tutto fuorché comune: musicista delicata, poetessa, artista completa.

Il fumetto è firmato da Virginia Tonfoni e Alessio Spataro che ci regalano un’atmosfera sognante, quasi lirica e musicale, scandita da un ritmo che solo la musica popolare può regalare e rinvigorire di archetipi e figure madri.

Le opere che abbiamo citato non vogliono essere totalizzanti e non escludono altri fumetti dedicati alle donne. Abbiamo solo spulciato nella nostra libreria e questo è quello che ne è uscito fuori.

Ovviamente, però non potevamo fare una menzione speciale al fumetto (a dire il vero manga) femminile per eccellenza! Vi state chiedendo quale possa essere?

Non avete ancora una risposta a questo strambo e inconveniente quesito? Potremmo non rivelarvelo, ma siamo buoni.

Stiamo parlando della giustiziera che veste alla marinara, la bionda eroina che viene dalla luna: Sailor Moon, e con lei tutte le altre guerriere sailor che ringraziamo per averci fatte crescere con la consapevolezza che gli odango proprio non ce li possiamo permettere.

 

Potrebbe piacerti anche