Guerra del futuro e spazio: l’esercito americano si sta preparando!

Se siete abituati a pensare che la guerra del futuro vista in Call of Duty o in film come 007: Moonraker sia fantascienza, sappiate che l’esercito americano la vede in modo totalmente diverso, stando a quando detto dal generale David L. Godlfein, capo di stato maggiore della U.S. Air Force.

Come viene riportato da Breaking Defense, in un discorso tenutosi lo scorso 23 febbraio presso l’annuale Air Warfare Symposium and Technology Exposition, Goldfein avrebbe predetto che non manca molto al momento in cui le forze armate americane combatteranno dallo spazio.

Guerra de futuro e spazio al centro dell’interesse dell’Aviazione americana

Per questa sua previsione alquanto fantascientifica, il generale americano tiene a precisare che la guerra del futuro richiede alle forze armate di preparasi già da ora a questa evenienza. L’aviazione, vista la sua natura, sarà essenziale in questo nuovo contesto militare, rendendo quindi necessaria l’introduzione di nuovi strumenti e una nuova modalità di addestramento per i comandanti.

Oltre a una cifra astronomica di fondi, ovviamente.

guerra del futuro goldfein

“Per noi, come esercito, a prescindere dalle specializzazioni, è giunto il momento di perseguire la superiorità spaziale con la stessa dedizione e senso di padronanza con cui ci applichiamo nella superiorità aerea attualmente”

Parole piuttosto chiare, quelle di Goldfein. Ad onor del vero, sono diversi anni che l’esercito americano si lancia in questi piani di supremazia spaziale, e i più adulti potranno ricordare il celebre piano dello ‘Scudo Spaziale‘ tanto caro all’amministrazione Reagan negli anni ’80.

Quello che stupisce di queste dichiarazioni è il tono con cui ultimamente vengono rilasciate, mostrando una determinazione che in precedenza sembrava assente. Goldfein non esita a identificare la sua arma come il punto di riferimento per questa supremazia spaziale nella guerra futura.

“Credo che in capo a pochi anni ci ritroveremo a combattere dallo spazio. E siamo l’arma (l’aviazione, Ndr) che deve prendere il controllo delle battaglie che saranno combattute in questo nuovo scenario. Questo è ciò che ci richiede la nazione.”

L’USAf e le altre forze armate statunitensi hanno corteggiato questa idea di guerra del futuro da parecchi anni, ma i commenti di Goldfein hanno conferito un senso di urgenza alla dottrina militare del futuro.

Recentemente, il capo del sottocomitato alla Forze Strategiche, il repubblicano Mike Rogers, ha proposto la creazione di un nuovo “Space Corps“, modellato sulla figura dei marines, ma pensato per questa guerra futura nello spazio. Insomma, dopotutto i Colonial Marines di Aliens non sembrano poi così assurdi!

guerra del futuro colonial marines

Nella proposta di Rogers, questa nuova arma dell’esercito dovrebbe esser addestrata per mantenere gli Stati Uniti in una condizione di supremazia rispetto a Russia e Cina. L’idea è stata scartata lo scorso dicembre, almeno per il momento.

Lo spazio sembra ormai il campo di battaglia della guerra del futuro

La creazione di un nuovo corpo ‘spaziale‘ non è certo gradita dall’Aviazione, non tanto perché Goldfein vede lo spazio come un terreno ideale per la propria arma, quanto per il fatto che, in caso di creazione di una nuova divisione militare, il Pentagono potrebbe scegliere di dirottare i fondi necessari dai finanziamenti attualmente destinati proprio dall’Aviazione, attualmente l’ultima delle forze militari americani in ordine di creazione.

Nell’ottica di mantenere il controllo di “ambienti contesi“, l’U.S. Air Force dovrà dimostrare competenza in “operazioni multi-dominio“, stando a quanto sostiene Goldfein. Il che si traduce nell’abilità di raccogliere intelligence sul campo di battaglia da ogni dominio, ovvero aria, terra, mare, cyber e spazio.

“Non vedo l’ora di discutere come possiamo sviluppare nuove tecnologie e nuovi modi di interconnettere sensori multi-dominio e comunicazioni più affidabili per introdurre maggior forza letale negli scontri”

Di sicuro, l’USAF ha molto lavoro davanti a sé, soprattutto per recuperare il terreno perso in confronto ad altre nazioni.

guerra del futuro

La Cina, ad esempio, ha recentemente proposto di introdurre dei satelliti armati di laser per rimuovere detriti spaziali, oltre a dimostrare la possibilità di abbattere con lo stesso sistema dei missili.

Dati questi elementi, è difficile non iniziare a concordare sul fatto che la guerra del futuro vedrà nello spazio uno dei principali campi di battaglia.

Il giornalista e scrittore Peter W. Singer ha una visione piuttosto precisa di questa potenziale guerra futura

“Quando pensiamo a quanto le forze armate americane dipendano dai satelliti per tutto, dalle comunicazioni alla navigazione fino alla stessa linea di comando, capiamo che stiamo già combattendo nello spazio, anche se non come ci hanno mostrato i film. Se mai dovessimo davvero scontrarci con un’altra superpotenza, come Russia o Cina, quasi sicuramente il primo scontro sarà silenzioso, perché nello spazio nessuna fazione sentirà l’altra mentre disturba o distrugge dei satelliti”

Goldfein è fermamente deciso a non perdere questa guerra del futuro. A tal proposito sta creando dei piani per addestrare una nuova generazione di ufficiali e consulenti appositamente per operazioni spaziali. E pensare alla Fanteria dello Spazio di Heinlein o ai Fanti Spaziali di Nathan Never non è così assurdo, improvvisamente.

guerra del futuro nathan

Sembra quasi un ossimoro che nel mese in cui abbiamo visto lo spazio come la nuova frontiera dell’esplorazione, grazie a Elon Musk e al suo Falcon Heavy, ci ritroviamo a parlare di come il pensiero di certe amministrazioni sia volto al suo dominio.

Potrebbe piacerti anche