Sommerlund City Maps: intervista all’illustratore Francesco Mattioli

Quando ieri ho scoperto che esisteva una campagna Kickstarter dedicata alla creazione delle mappe del mondo di Lupo Solitario ho avuto un tonfo al cuore. Immaginate quando poi ho visto che la mano che avrebbe realizzato le Sommerlund City Maps è italiana, la sorpresa è decuplicata. Ovviamente, non potevamo lasciarci scappare la possibilità di un’ intervista a Francesco Mattioli, l’autore di queste cartine.

Sommerlund City Map è il frutto di una passione per l’ambientazione creata dal compianto Joe Dever, l’autore di Lupo Solitario, un processo che Francesco mi spiega avere anche una profonda radice personale.

Francesco Mattioli ci racconta la sua esperienza nel realizzare le Sommerlund City Maps, le mappe dedicate al mondo di Lupo Solitario

Durante la nostra chiacchierata sarebbero mille cose da dirsi, essendo entrambi voraci appassionati di fantasy, e di Lupo Solitario in particolare. Quello che più di ogni altra cosa mi ha sorpreso è scoprire che Francesco, come me, ricorda con nostalgia i librigame di Lupo Solitario, che per lui sono stati anche un primo passo per la sua carriera

“Pensa, le prime mappe le disegnavo proprio leggendo i librigame, partendo dalla cartine che erano presenti all’inizio dei volumi. E le conservo ancora! Quando sono diventato illustratore ho iniziato a lavorare in questa veste nell’editoria, ma il momento decisivo è stato circa dodici anni fa quando sono andato a vivere con mia moglie, Silvia. Volevo appendere in camera un poster con la mappa del Signore degli anelli, ma mia moglie non era molto d’accordo, visto che non era proprio perfetto. Cì mi son deciso a realizzarne uno nuovo, e cosa poteva esserci di meglio di una cartina del mondo di Lupo Solitario?”

francesco mattioli sommerlund city maps

Quindi possiamo dire che l’arrivo delle Sommerlund City Maps è anche merito della moglie di Francesco! Certo, creare una mappa di questo genere non deve esser semplice

“Ho impiegato tre anni per realizzarla, sfruttando anche le notti insonni, che quando si ha una bambina piccola sono all’ordine del giorno!”

Animato dalla sua passione, e da un quadro mancante in casa, Francesco si dedica a questa impresa fino ad uno scoglio imprevisto

“Avevo recuperato quante più informazioni possibile per realizzare la mappa, ma sono arrivato al punto in cui me ne occorrevano altre. Come fare? Ho deciso di contattare Joe Dever, e tramite la community online di Librogame’s Land sono riuscito a entrare in contatto con lui. Immagina come possa esser stato, è difficile rimanere impassibili di fronte a un mito come lui! Eppure, come abbiamo iniziato a parlare di questa mia idea, Joe si è dimostrato subito entusiasta, ha avuto una marea di idee su come imbastire il lavoro”

“Abbiamo realizzato davvero molto materiale, eravamo arrivati ad un perfetta simbiosi, io producevo e lui sapeva come venderle. Cartine dei continenti, poster, ho disegnato anche nuove mappe per i librigame più recenti e per i GDR di Åskfålgen. E da questo lungo sodalizio arriviamo a questa idea di Sommerlund City Maps”

Onestamente, ignoravo ci fossero una tale quantità di GDR ispirati alle avventure di Lupo Solitario, ma Francesco mi fa un piccolo ripasso, aiutandomi a comprendere come questa idea abbia un utilizzo davvero incredibile.

All’inizio del 2000 fu l’inglese Moongoose a realizzare i primi GDR legati al personaggio di Dever, usando un sistema di gioco basata sul D20 e creando anche delle mappe per i propri prodotti. Nel 2010 i GDR di Lupo Solitario passano ad altre case editrici, come Åskfålgen e Cubicle Seven, che scelgono anche di adattare l’impostazione di gioco in un modo più semplice, vicina alla concezione dei librigame.

“Sommerlund City Maps nasce idealmente da settimo supplemento del GDR di Lupo Solitario, Sommerlund per l’appunto. Per lavorare a queste mappe ho avuto modo di usare alcuni schizzi dello stesso Dever, in cui era annotato tutto! Ho passato un anno a realizzare queste mappe, ho voluto inserire tutti i riferimenti, annotazioni e soprattutto dare uno stile che ricordasse la cartografia classica”

Il riferimento alla cartografia classica non è casuale. Guardando le immagini presenti sulla pagina Kickstarter, si vede come le Sommerlund City Maps siano ispirati ad uno stile quasi rinascimentale, non solo nel disegno ma anche nella colorazione, quasi a voler trasmettere un senso di antico.

“Non avevo una diretta esperienza di mappe per i GDR, ma ho pensato di realizzare una mappa che potesse trasmettere la sensazione di esser realmente nel Sommerlund. Mi sono documentato, ho anche comprato dei volumi in cui erano raccolte riproduzioni di mappe antiche per avere un esempio. Ci ho messo il massimo impegno, ho anche voluto realizzare le singole casette in modo da dare quel senso di cartografica classica. Anche la colorazione è stata accuratamente studiata, ogni dettaglio è stato profondamente analizzato e riprodotto.”

Alla base delle Sommerlund City Maps troviamo la passione di Francesco Mattioli per l’ambientazione di Lupo Solitario

Per dare corpo a questa immedesimazione con il mondo di Lupo Solitario, Francesco mi confessa che ha avuto l’aiuto anche dello Scriptarium, il gruppo di lavoro creato dallo stesso Dever. Si tratta di un team di professionisti che mantengono vivo lo spirito di Lupo Solitario, oltre a curare le edizioni dei capitoli finali della saga

“Credimi, sono dei pazzi, nel senso buono del termine! Vincent Lazzari, ad esempio, è colui che porterà al termine la saga letteraria, ma Scriptarium è composto da archeologi, storici ed anche un urbanista!! Grazie a questa loro formazione mi hanno dato un sacco di indicazioni, riferimenti e annotazioni per rendere ancora più ricche le mappe. Quello che volevo fare era creare un qualcosa che si possa usare nei GDR, sapere che se giri in quella determinata strada troverai una taverna, e sui manuali ritrovi quella stessa taverna con la sua storia, la sua planimetria”

Sentendo parlare Francesco, ho addocchiato la mia collezione di libri di Lupo Solitario e già mi immaginavo di rileggerli tutti, con accanto le mappe di Sommerlund City Maps. Un’esperienza più che possibile, dato che in meno di una notte la soglia del crowdfunding è stata non superata, ma stracciata. A quattro giorni dall’inizio della campagna e a poco più di un mese dalla sua fine, i sostenitori di questo progetto hanno mostrato tutto il loro affetto per Lupo Solitario!

“Onestamente, mi sentivo tranquillo su questo crowdfunding. Durante gli incontri con il pubblico nelle manifestazioni abbiamo sempre avuto prova di quanto gli appassionati fossero profondamente legati al mondo di Lupo Solitario, alla sua incredibile ambientazione. Il bello è che abbiamo realizzato un lavoro che ci ha anche divertiti e che in più sembra accontentare i fan!”

sommerlund city maps cov

Al momento le Sommerlund City Maps sono disponibili in due varianti, in inglese e svedese, vista l’importanza della casa editrice Åskfålgen nel progetto. Sarebbe molto interessante un’eventuale pubblicazione in italiano, una speranza che è caldeggiata anche da Francesco

“Mi piacerebbe poter tradurre tutto in italiano, il problema sarebbe la pubblicazione. Il mio primo pensiero è stato Raven, ma sarei anche disposto ad autoprodurlo. Per adesso ci godiamo il successo di questa iniziativa, ma potrebbe esser la prima di una lunga serie, ho già altre mappe pronte. Chissà…”

Sarebbe grandioso poter vedere la nascita di una serie di collezioni di mappe ispirate al mondo di Lupo Solitario! Per ora possiamo mostrare il nostro affetto per il personaggio di Joe Dever aderendo alla campagna Kickstarter di Sommerlund City Maps, e sperare di vedere presto nuove mappe realizzate dal talento di Francesco Mattioli.

Potrebbe piacerti anche