La storia del primo White Walker di Game of Thrones svelata in un’intervista!

Nella serie ispirata ai romanzi di George Martin, che si avvia alla sua conclusione con l’attesa ottava stagione, non esistono mezze misure, si vince o si muore. Questo tranne quando si viene trasformati in uno dei White Walker di Game of Thrones, una condizione che lascia il malcapitato di turno a… “metà strada”.

Ultimamente, proprio uno dei più importanti White Walker di Games of Thrones ha rivelato quanto sia complesso ed accurato il lavoro preparatorio per diventare uno dei non morti della serie.

Il primo White Walker di Game of Thrones racconta la sua avventura, dal trucco alla realizzazione delle sue scene

In un’intervista rilasciata allo Yorkshire Evening Post, Ross Mullan ha spiegato il suo compito nel ruolo di uno dei principali White Walkers di Game of Thrones, durante le prime stagioni della serie. L’attore ha interpretato infatti il White Walker che viene ucciso da Samwell Tardy con la lama di ossidiana, lo stesso che consegna la figlia di Craster al Re della Notte.

Soprattutto, è il primo dei White Walker di Game of Thrones che vediamo nella serie, lo stesso essere inquietante che ci appare a cavallo mentre guida un’armata di non morti sul finire della seconda stagione.

Nonostante il suo personaggio fosse sul cavallo per meno di una manciata di minuti, Mullan confessa che si è dovuto allenare nell’equitazione per cinque mesi prima di fare le riprese. Il suo look era totalmente realizzato con il trucco prostetico, tranne per il colore degli occhi ed il fumo che avvolgeva il suo copro; un’operazione che ha richiesto quattro persone e cinque ore di makeup!

Per interpretare il primo White Walker di Game of Thrones, a Mullan è stata concessa una certa libertà interpretativa, non solo perché non aveva nemmeno una battuta, ma anche perché all’epoca si stava ancora decidendo come rendere al meglio i White Walker di Game of Thrones.

“Non c’era uno script o una linea su cui lavorare. Devi provare approcci differenti, e questi vengono lentamente adeguati alla visione che vuoi dare. Richiese dai quattro ai cinque giorni di riprese, tutto per una scena di due minuti, perhcé dovevamo studiare come operassero diverse idee e variazioni”

Alla fine Mullan decise che il primo White Walker dovesse esser caratterizzato da “fermezza e intesità“, lasciando che il suo sguardo inquietante e il solo urlo terrorizzato di Sam caricassero la scena di pathos.

Non è del tutto chiaro se il White Walker visto in questa scena sia lo stesso ucciso in seguito da Samwell, ma data la loro incredibile somiglianza, nonché il fatto che sono entrambi interpretati da Mullan, è interessante immaginare che lo sia, in modo da poter pensare che, al loro primo incontro, Il White Walker abbia lasciato andare Tarly solo perché in seguito si sarebbe offerto volontario per la missione con la figlia di Craster (per aver la sua vendetta?).

white walker di game of thrones 1

Il White Walker di Games of Thrones interpretato da Mullan sarà anche morto per mano di Samwell, ma l’attore è stato poi richiamato in servizio per interpretare il non morto che consegna al Re della Notte la figlia di Craster nella quarta stagione; e considerato quanto tempo quel White Walker passa a cavallo per adempiere la sua missione, i mesi di lezione di equitazione sembrano esser decisamente tornati utili a Mullan!

Potrebbe piacerti anche
Commenti
Caricamento...