I fumetti di Aliens: guida alla collezione degli xenomorfi a fumetti!

Prendete Alien, uno dei simboli dei film della fantascienza della storia del cinema, e ditemi chi non vorrebbe storie infinite su xenomorfi e marine coloniali. Storie belle, ovviamente, non come certi film che stanno cercando ultimamente di snaturare più che rilanciare la saga fantascientifica. La fortuna di noi appassionati è che legati a questo brand siano usciti diversi prodotti su altri media, dai videogiochi ai libri. È però soprattutto grazie ai fumetti di Aliens, marchiati Dark Horse, che il mito degli xenomorfi è sopravvissuto nell’immaginario di noi appassionati divoratori di comics.

Siamo onesti, il vero cuore del mito di Alien è costituito dai primi tre film, Alien (Ridley Scott, 1979), Aliens: Scontro finale (James Cameron, 1986) e Alien 3 (David Fincher, 1992). Quello che è venuto dopo è stata tortura, che ci ha regalato perle di dubbio fascino come Alien: la clonazione o i due scontri con l’altro temibile alieno del cinema, Predator.

Questa caduta progressiva di stile nei film sugli xenomorfi è stata fortunatamente bilanciata da una produzione di fumetti di Alien piuttosto florida, nata grazie all’americana Dark Horse.

I fumetti di Alien, dalla prima comparsa alla nascita dell’Aliens Universe edito in Italia da saldaPress

Il primo passo dei fumetti di Aliens avviene nel 1988, quando la Dark Horse affida a Mark Verheiden e Mark Nelson la realizzazione della prima avventura fumettistica ambientata nell’universo degli xenomorfi, con Aliens Book I. Alla base di questo progetto non c’era la voglia di presentare eventi visti nel film Aliens: Scontro finale, ma di mostrare invece le conseguenze di quella avventura. Alien 3 era ancora lontano, quindi ai due artisti era concessa una certa libertà di manovra nel muoversi all’interno dell’universo di Alien. Se stiamo inziando la nostra collezione di fumetti di Aliens, questo albo è il nostro facehugger, da qui inizia la nostra avventura. Prima di impazzire, tenete conto che saldaPress ci ha reso un grande favore nel pubblicare, lo scorso anno, il volume del 30° Anniversario dell’opera di Verheiden, che raccoglie l’intero primo ciclo di questa saga.

Prezzo: Guarda su Amazon.it
Da: EUR 24,90

Siamo di fronte ad un vero e proprio seguito di Aliens: Scontro Finale, in cui Hicks e Newt affrontano le conseguenze di quanto hanno vissuto su LV 426 (meglio noto come Hadley’s Hope), con esiti che vanno dall’isolamento di Hicks all’interno dei marines alla follia di Newt, rinchiusa in un manicomio. Verheiden e Nelson giocano molto bene su questa psicologia dei personaggi, costringendoli ad affrontare gli spettri del passato, imbarcandoli in una missione che li porta sul pianeta natale degli xenomorfi per recuperare del materiale genetico. Nel frattempo la Weyland-Yutani effettua esperimenti sulla Terra con una Regina Aliena. Se vi dico che le cose andranno in modo tutt’altro che liscio, non vi sorprendete vero?

In Aliens Book I non abbiamo solo il punto di partenza dei fumetti di Alien, ma anche la comparsa per la prima volta di uno Space Jockey, la razza aliena mostrata nel primo film della saga, legato a quello strano dispositivo che tanto aveva incuriosito l’equipaggio della Nostromo. La figura degli Ingegneri è ancora lontana di anni e sarà proprio questo dettaglio, in futuro, a creare una precisazione che porterà a distinguere una parte dei fumetti di Alien dal nuovo corso di Ridley Scott.

aliens-30-th-anniversary-saldapress-alien-universe

I primi fumetti di Alien ebbero un grande successo, tanto che Dark Horse affidò in seguito a Verheiden una nuova serie di storie, disegnate da Denis Beauvais, raccolte in Aliens Book II. La conclusione di questa saga avvenne nel 1990, disegnata da Sam Keith, con Aliens Earth War.

I fumetti di Aliens coinvolgono anche un altro temibile alieno del cinema: il Predator!

Prezzo: Guarda su Amazon.it
Da: EUR 12,90

Nel frattempo, arriviamo all’uscita nei cinema di Predator II (1990), l’avventura urbana del cacciatore alieno in cui un Danny Glover dal dubbio abbigliamento ma dall’arsenale letale cerca di fermare una guerra di gang a cui partecipa anche il nostro cacciatore alieno rasta. Quello che all’epoca sorprese, fu il vedere nella sala dei trofei dell’alieno sulla sua astronave la collezione di teschi delle sue prede. Fermo immagine, il dubbio sale e alla fine la certezza: ma quello è il teschio di un Alien!

Neanche il tempo di realizzarlo ed ecco che i fumetti di Alien si arricchiscono di uno dei tie-in più amati di quel periodo fumettistico: Alien Vs. Predator (Randy Stradley e Chris Warner come autori). Questa combinazione era immune al fallimento, mettere due dei simboli del cinema fantascientifico l’uno contro l’altro era la scelta vincente. La serie ebbe un successo clamoroso, grazie ad un’impostazione che sembrava puntare non solo all’aspetto puramente action (tipico più che altro di Predator), ma anche ad una caratterizzazione più marcata delle differenza tra le due razze.

aliens 8 1

Gli xenomorfi sono rappresentati come una forza della natura, istintiva e guidati dalla loro spietatezza, mentre i Predator iniziano a presentarsi come una razza più completa, con un codice d’onore e un’etica della caccia che verrà poi integrata in altri media, principalmente quello cinematografico. Nel mezzo noi umani, che per quanto le buschiamo un po’ da tutti, non ci arrendiamo, ma con ogni sconfitta apprendiamo nuovi modi per difenderci e avvicinarci alla potenza di quegli dei spaziali.

Prezzo: Guarda su Amazon.it
Da: EUR 12,90

Nel 1992 si arriva al fumetto The Alien, che riporta i lettori sulla Terra, con il ritorno degli allora Space Jockey sul nostro pianeta per sostenerci nello scontro contro il dilagare degli xenomorfi. Si tratta di una tappa fondamentale per i fumetti di Alien, che chiude in un certo senso i presupposti narrativi emersi già in Aliens Book I, con alcuni elementi che paiono aver stuzzicato l’interesse di Ridley Scott che li avrebbe poi fatti propri in Prometheus.

Per i fumetti di Aliens, però, AvP ebbe un’importanza particolare, perché diede il via ad una serie di crossover con altri universi narrativi come quello DC, per dirne uno.

A partire dal 1995 con Superman vs. Alien ebbe il via la stagione degli scontri, o dei versus, con cui gli xenomorfi si scontrarono con personaggi come Batman, Lanterna Verde, Giudice Dredd e perfino con Buffy l’ammazza vampiri, una stagione di crossover che si è conclusa nel 2014 con Predator vs. Judge Dredd vs. Aliens.

Per darvi un’idea, ecco un elenco di questi incredibili fumetti di Aliens:

  • Superman vs. Aliens (1995)
  • Batman/Aliens (1997)
  • A.T.s/Aliens (1998)
  • Overkill: Witchblade/Aliens/Darkness/Predator (1999)

  • Aliens versus Predator versus The Terminator (2000)

  • Lanterna Verde Vs. Aliens (2000)

  • Witchblade/Aliens/Darkness/Predator: Mindhunter (2001)

  • Batman/Aliens II (dicembre 2002-febbraio 2003) aka Batman/Aliens Two

  • Superman vs. Aliens II: God War (maggio-dicembre 2002) aka Superman/Aliens II: God War

  • Judge Dredd versus Aliens: Incubus (marzo-giugno 2003) aka Judge Dredd vs. Aliens: Incubus

  • Superman and Batman vs. Aliens and Predator (gennaio-febbraio 2007)

  • Buffy the Vampire Slayer: In Space No One Can Hear You Slay! (maggio 2012)

  • Predator vs. Judge Dredd vs. Aliens: Incubus and Other Stories (ottobre 2014)

Mentre vanno avanti questi incontri incredibili, i fumetti di Alien si arricchiscono anche di altre storie, spesso delle miniserie di pochi numeri che vanno a rafforzare il mito e la struttura narrativa di questo universo, anche grazie ad autori del calibro di Mark Schultz, storico creatore di Xenozoic Tales, noto in Italia come Cadillac e dinosauri.

I fumetti di Aliens dopo l’arrivo di Prometheus, nuove storie e nuovi collegamenti

Nel frattempo, arriviamo alla volontà di Ridley Scott di riprendere in mano la sua creatura. Prometheus prima e Covenant poi si discostano profondamente dalle idee viste nei fumetti di Alien, in particolare su una figura chiave di questo mito: lo Space Jockey.

Questo ritorno del creatore della saga segna un potenziale altro punto di partenza per la nostra collezione di fumetti di Aliens, visto che porta alla creazione di una serie, Fire and Stone, che si prefigge di creare un punto di contatto tra i seguenti film: Prometheus, Alien e Aliens.  In Prometheus, infatti, scopriamo la razza degli Ingegneri, mentre il tono quasi mistico con cui Scott riveste questa razza sembra dare un taglio secco a quanto letto finora nei fumetti di Alien.

Se state iniziando la vostra caccia allo xenomorfo nei comics, e se avete apprezzato particolarmente Prometheus, dovreste valutare il ciclo di Fire and Stone come primo contatto con i fumetti di Aliens. Personalmente, nonostante qualche piccola pecca sopraggiunta con l’uscita di Covenant, ho trovato il ciclo di Fire and Stone avvincente e ben strutturato, grazie alla copertura di tutti gli elementi più interessanti legati ai fumetti di Aliens.

aliens_prometheus_tav01

Una precisazione, doverosa a questo punto. I fumetti di Aliens sono noti come Aliens Universe. Mi raccomando, Aliens, la ‘s‘ è importante, perché indica come ci sia una maggior attinenza al film di Cameron, creando un distacco non solo semantico ma anche narrativo con l’idea di Scott. Non a caso, la prima scintilla vitale di questa lunga vita dei fumetti di Aliens prende il via proprio da Aliens: Scontro finale, sfruttando il suo enorme successo e valorizzando il ruolo dei marines coloniali.

Ad onor del vero, ci sarebbe un primo fumetto ispirato ad Alien, ma si tratta della versione comics della trama della pellicola, sviluppato nel 1979 con il supporto dello stesso Dan O’Bannon, autore della sceneggiatura del film di Scott.

I fumetti di Aliens in versione spillato, dove iniziare e cosa leggere

Oltre al citato Fire and Stone, il ritorno al cinema dello xenomorfo ha portato alla nascita di un’interessante miniserie, Aliens: Defiance. Questa lungo arco narrativo vede come protagonista la marina coloniale Zula Hendricks, e si svolge tra Alien ed Aliens. Questi fumetti di Aliens, sempre marchiati Dark Horse, sono stati pubblicati anche in Italia, sempre da saldaPress, all’interno della collana di spillati in edicola, con cadenza mensile. Se siete in cerca di una lettura che si colleghi anche ad altri media in cui sono comparsi gli xenomorfi, come il videogioco Alien: Isolation, questa saga in sei albi fa per voi, ed è un eventuale primo passo per una collezione di fumetti di Aliens o anche una semplice curiosità da avere.

aliens defiance 2 brescini (1)

Conclusa l’avventura di Aliens Defiance, saldaPress ha continuato a soddisfare i collezionisti di fumetti di Aliens, proseguendo la pubblicazione di uno spillato mensile, con il semplice titolo di Aliens. All’interno di questa pubblicazione sono inseriti archi narrativi più complessi (come Apocalisse di Mark Schultz) o storie brevi. Si tratta di fumetti di Aliens che possono esser letti anche come pura curiosità, elementi che starebbero bene nella nostra collezione, ma che sono fruibili come lettura occasionale.

Uno dei motivi per cui seguire con particolare attenzione questi spillati sono i ricchi contenuti extra con cui saldaPress risponde ad alcune curiosità sul mondo degli xenomorfi, soprattutto con una spiegazione delle diverse forma di xenomorfo che abbiamo visto sia nei fumetti che al cinema. Per un appassionato di Alien, questa collana mensile unisce l’utilità di una serie di dossier di approfondimento a delle storie incredibilmente affascinanti ambientate all’interno dell’Aliens Universe. A gennaio, ad esempio, ha preso il via l’arco narrativo di Dead Orbit, che con un taglio indie ci presenta in due numeri una delle storie più interessanti mai lette nei fumetti di Aliens!

Il futuro dei fumetti di Aliens

Iniziare oggi una collezione di fumetti di Aliens è di sicuro il momento ideale. In America Dark Horse sta lavorando a nuove idee ed espandendo il già corposo Aliens Universe, ma soprattutto noi lettori italiani abbiamo la possibilità di recuperare il meglio di quanto finora pubblicato ed iniziare la nostra collezione con un costo non eccessivo. saldaPress è il nostro referente in questa ricerca di fumetti di Aliens, come abbiamo già visto. Dopo aver pubblicato l’intero ciclo di Fire and Stone (sei volumi) ed averci viziato con Aliens 30° Anniversario (da avere assolutamente), la casa editrice nostrana sta continuando a proporre nel suo mensile antologico tutto lo scibile a fumetti legato all’Aliens Universe.

fumetti di aliens 2

In questi giorni è stata anche annunciata la pubblicazione di un secondo volume da collezione, Aliens: Incubo sulla Terra. In uscita il 9 febbraio nel circuito delle fumetterie, questo volume raccoglierà War on Earth, seguito di quanto letto nel precedente tomo, e Nightmare Asylum. Se siete appassionati di Alien e i fumetti sono il vostro pane, questa è una pubblicazione che non potete perdere!

Ecco quindi la nostra guida ai fumetti di Aliens, con una particolare attenzione anche alla storia delle pubblicazioni dedicate agli xenomorfi più amati del cinema. L’ideale sarebbe recuperare tutte queste testate, ma se doveste fare una scelta, tenete sempre a mente che Fire and Stone è una collana leggibile separatamente,  come lo sono anche Aliens: Defiance e la sua erede Aliens. Se invece siete alla ricerca di una visione più particolare e totalmente slegata al nuovo corso cinematografico, la collana in volumi di pregio nata con Aliens 30° Anniversario e che prosegue con Aliens: Incubo sulla Terra ha un appeal più forte, basandosi soprattutto su una libertà narrativa sicuramente maggiore.

jQuery(document).ready(function() { var CONSTANTS = { productMinWidth : 185, productMargin : 20 }; var $adUnits = jQuery('.aalb-47-product-carousel-unit'); $adUnits.each(function() { var $adUnit = jQuery(this), $wrapper = $adUnit.find('.aalb-47-pc-wrapper'), $productContainer = $adUnit.find('.aalb-47-pc-product-container'), $btnNext = $adUnit.find('.aalb-47-pc-btn-next'), $btnPrev = $adUnit.find('.aalb-47-pc-btn-prev'), $productList = $productContainer.find('.aalb-47-pc-product-list'), $products = $productList.find('.aalb-47-pc-product'), productCount = $products.length; if (!productCount) { return true; } var rows = $adUnit.find('input[name=rows]').length && parseInt($adUnit.find('input[name=rows]').val(), 10); var columns = $adUnit.find('input[name=columns]').length && parseInt($adUnit.find('input[name=columns]').val(), 10); if( columns ) { var productContainerMinWidth = columns * (CONSTANTS.productMinWidth + CONSTANTS.productMargin) + 'px'; $adUnit.css( 'min-width', productContainerMinWidth ); $productContainer.css( 'min-width', productContainerMinWidth ); $products.filter( ':nth-child(' + columns + 'n + 1)' ).css( 'clear', 'both' ); } if (rows && columns) { var cutOffIndex = (rows * columns) - 1; $products.filter(':gt(' + cutOffIndex + ')').remove(); } function updateLayout() { var wrapperWidth = $wrapper.width(); var possibleColumns = columns || parseInt( wrapperWidth / (CONSTANTS.productMinWidth + CONSTANTS.productMargin), 10 ); var actualColumns = columns || possibleColumns < productCount ? possibleColumns : productCount; /** * The actual columns can be zero when the wraperwidth is less than sum of CONSTANTS.productMinWidth and * CONSTANTS.productMargin.The parseInt will use floor function and converts any value less than 1 to * zero.Therefore making actual columns 1 . **/ if( actualColumns == 0 ) { actualColumns = 1; } var productWidth = parseInt( wrapperWidth / actualColumns, 10 ) - CONSTANTS.productMargin; $products.css( 'width', productWidth + 'px' ); /** * Removing the Carousel navigation button when the number of products selected by admin is less * than the actual columns (the number of products) can be shown on screen **/ if( productCount > actualColumns ) { $btnNext.css( 'visibility', 'visible' ).removeClass( 'disabled' ).unbind( 'click' ); $btnPrev.css( 'visibility', 'visible' ).removeClass( 'disabled' ).unbind( 'click' ); } $productContainer.jCarouselLite( { btnNext : '#' + $adUnit.attr( 'id' ) + ' .aalb-47-pc-btn-next', btnPrev : '#' + $adUnit.attr( 'id' ) + ' .aalb-47-pc-btn-prev', visible : actualColumns, circular: false } ); } updateLayout(); jQuery(window).resize(updateLayout); }); }); /*! * jCarouselLite - v1.1 - 2014-09-28 * http://www.gmarwaha.com/jquery/jcarousellite/ * Copyright (c) 2014 Ganeshji Marwaha * Licensed MIT (https://github.com/ganeshmax/jcarousellite/blob/master/LICENSE) */ !function(a){a.jCarouselLite={version:"1.1"},a.fn.jCarouselLite=function(b){return b=a.extend({},a.fn.jCarouselLite.options,b||{}),this.each(function(){function c(a){return n||(clearTimeout(A),z=a,b.beforeStart&&b.beforeStart.call(this,i()),b.circular?j(a):k(a),m({start:function(){n=!0},done:function(){b.afterEnd&&b.afterEnd.call(this,i()),b.auto&&h(),n=!1}}),b.circular||l()),!1}function d(){if(n=!1,o=b.vertical?"top":"left",p=b.vertical?"height":"width",q=B.find(">ul"),r=q.find(">li"),x=r.size(),w=x0?z-b.scroll:z+b.scroll)}),b.auto&&h()}function h(){A=setTimeout(function(){c(z+b.scroll)},b.auto)}function i(){return s.slice(z).slice(0,w)}function j(a){var c;a<=b.start-w-1?(c=a+x+b.scroll,q.css(o,-(c*t)+"px"),z=c-b.scroll):a>=y-w+1&&(c=a-x-b.scroll,q.css(o,-(c*t)+"px"),z=c+b.scroll)}function k(a){0>a?z=0:a>y-w&&(z=y-w)}function l(){a(b.btnPrev+","+b.btnNext).removeClass("disabled"),a(z-b.scroll<0&&b.btnPrev||z+b.scroll>y-w&&b.btnNext||[]).addClass("disabled")}function m(c){n=!0,q.animate("left"==o?{left:-(z*t)}:{top:-(z*t)},a.extend({duration:b.speed,easing:b.easing},c))}var n,o,p,q,r,s,t,u,v,w,x,y,z,A,B=a(this);d(),e(),f(),g()})},a.fn.jCarouselLite.options={btnPrev:null,btnNext:null,btnGo:null,mouseWheel:!1,auto:null,speed:200,easing:null,vertical:!1,circular:!0,visible:3,start:0,scroll:1,beforeStart:null,afterEnd:null}}(jQuery);
Potrebbe piacerti anche
Commenti
Caricamento...