Boxwars: quando gli adulti si danno battaglia a colpi di cartone!

Boxwars

Uno dei vantaggi dello scrivere per Justnerd è quello di poter ricevere visite quasi quotidiane dal corriere, sempre pronto a consegnare scatole ricche di oro, incenso, mirra e tanti gadget, fumetti e giochi nerd da poter recensire su queste pagine.

Qualche tempo fa, sommerso dagli scatoloni di cartone, ricordo di aver costruito un piccolo fortino per mia figlia, dotato di tutti i confort necessari (una spada ed un elmo improvvisati), che ha sostituito i “classici giochi in plastica” per diversi giorni. Ancora oggi, la mia piccola peste è convinta che suo papà sia una sorta di ingegnere aerospaziale.

Boxwars, la guerra delle scatole di cartone

Purtroppo mi sono reso presto conto che non era nulla se confrontato con le opere realizzare dai partecipanti di Boxwars, uno “sport” in cui gli adulti si danno battaglia con armi, armature, veicoli e portaerei (sì, avete letto bene) interamente realizzati con l’utilizzo di cartone e un po’ di colla (più qualche macchinario più complesso per chi se lo può permettere).

Nato come un gioco tra amici che avevano una buona scorta di birra e decisamente troppo tempo libero, Boxwars è diventato un fenomeno globale, con tanto di squadre provenienti da Europa, Canada, Stati Uniti e Giappone.

Più che una battaglia all’ultimo sangue, però, Boxwars premia l’originalità delle opere di cartone che, ogni anno, diventano sempre più grandi e complesse; ma che vengono inevitabilmente distrutte durante il torneo (o in caso di pioggia).

Per farvi un’idea di quello di cui sto parlando, date un’occhiata al video realizzato da Great Big Story qui sotto:

Cosa ne pensate? Posate cartone, forbici e colla e fatecelo sapere tramite un commento qui sotto!