Il film sullo Slender Man suscita polemiche e reazioni negative in rete

Slender Man

Il trailer di Slender Man, il film horror firmato da Sylvain White (The Losers), è online da meno di 24 ore ma sta già suscitando forti reazioni negative tra il pubblico, nonché qualche polemica.

Nato come mostro ideato dall’attore canadese Eric Knudsen per un concorso fotografico nel 2009, Slender Man è un mostro delle sembianze di un uomo alto più di 2 metri, in abito nero e cravatta, braccia lunghe fin sotto le ginocchia, mani provviste di artigli e un volto totalmente bianco. Nel tempo il personaggio è diventato oggetto di numerosi racconti creepypasta ed è diventato protagonista di meme, videogiochi e un documentario realizzato dalla HBO incentrato su di un brutale omicidio avvenuto nel 2014, in Wisconsin (USA). Qui due ragazze, all’epoca ventenni, uccisero compagno di classe pugnalandolo 19 volte, dando poi la colpa proprio allo Slender Man.

Ed è proprio il padre delle due ragazze, Bill Weier, che ha sollevato la prima polemica sul film:

È pazzesco che abbiano realizzato un film del genere. Stanno spettacolarizzando e rendendo popolare una vera e propria tragedia. Non ne sono sorpreso ma, a mio avviso, si tratta di una cosa assolutamente riprovevole. Non stanno facendo altro che causare ulteriore dolore alle famiglie coinvolte nella vicenda.

Questo, nonostante non sia ancora del tutto chiara la trama del film, che pare sarà comunque incentrata su alcuni adolescenti che si ritrovano ossessionati dal mostro in questione.

Nel frattempo, in internet le reazioni al primo trailer sono state tutt’altro che positive, con molti utenti che hanno lamentato una scarsa qualità del trailer in generale. Molti hanno avuto infatti l’impressione di trovarsi di fronte ad un prodotto approssimativo ed amatoriale, realizzato attraverso un copia incolla di video reperiti sul web. Altri, invece, che sia stato lanciato “troppo tardi”, quando ormai sono 4 o 5 anni che lo Slender Man non fa più notizia.

Nel cast del film, atteso nelle sale cinematografiche il prossimo 18 maggio, troveremo Jaz Sinclair, Joey King, Julia Goldani Telles, Annalise Basso, Alex Fitzalan e Kevin Chapman.

Voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere tramite un commento qui sotto!

Fonte: HR

Leggiamo altro?
Jesse Pinkman Aaron Paul el camino
El Camino: un video promozionale ci riassume la difficile storia di Jesse Pinkman