Star Wars: lo strano caso della mano di Luke Skywalker

Luke Skywalker sul set di Star Wars

Quando nelle sale cinematografiche arrivò Star Wars: Il risveglio della Forza uno dei momenti più emozionanti è stato il poter veder comparire la spada laser di Luke Skywalker nelle cantine della taverna di Maz Kanata.

Il pathos, Rey che sente il richiamo della Forza, Maz che la invita a prenderla… insomma, i brividi nella schiena ma, perché c’è sempre un ma, siamo onesti.

Quella spada, prima di perdersi, era tenuta ben salda da una certa mano, che in Star Wars: L’Impero Colpisce Ancora faceva una brutta fine durante lo scontro tra Luke Skywalker e Darth Vader.

Il duello è divenuto un simbolo stesso della saga, forse lo scambio di battute più celebre dell’intera epopea di Star Wars; in quell’occasione Luke perde la mano e la spada laser di suo padre Anakin, che finiscono in un pozzo della città sospesa.

Una competizione tra artisti dedicata a Star Wars ha dato vita ad un’intrigante teoria sulla mano perduta da Luke Skywalker in L’impero colpisce ancora

Questa spada laser ricompare misteriosamente nel settimo episodio, in un modo estremamente casuale e quasi banale, senza alcuna apparente spiegazione.

In attesa che questa incredibile apparizione ci venga spiegata e circostanziata, magari proprio in Star Wars: Gli ultimi Jedi, una prima ipotesi è stata tirata fuori da un giovane artista, Fred Palacio il qualepartecipando ad una competizione artistica organizzata da Industrial Light & Magic ha accolto la sfida di provare a immaginare e interpretare momenti chiave della saga di Star Wars.

L’idea di Fred Palacio è così piaciuta che si è aggiudicato il terzo posto in questa competizione. Palacio ha scelto di iniziare a rappresentare la propria storia proprio dal momento del taglio della mano di Luke.

Va precisato che, quanto segue, ha valenza all’interno del Legends di Star Wars, visto che i riferimenti a cui Palacio si è ispirato maggiormente sono eventi post Episodio VI e in particolare alla Trilogia di Thrawn (L’erede dell’Impero, Sfida alla Nuova Repubblica e L’ultima missione) scritti da Timothy Zahn. Per raccontare al meglio questa interessante ipotesi ci aiuteremo proprio con le concept art create da Palacio.

mano luke 4 star wars

In questa prima immagine, un cacciatore di taglie ha recuperato la mano di Luke Skywalker e la dona all’Imperatore, porgendogli il contenitore in cui è conservata la “reliquia”, sotto il vigile sguardo di una Guardia Imperiale.

Visto che il cacciatore di taglie ha recuperato la mano, possiamo anche ipotizzare che abbia recuperato anche la spada laser!

mano luke 3 star wars

La stessa Guardia Imperiale ricompare, armata di una spada laser rossa, nell’atto di requisire il contenitore con la mano di Luke. La teoria a cui sembra guidarci questa immagine è che la Guardia sia in realtà un Jedi Oscuro alleato di Joruus C’Baoth, il folle clone di un maestro Jedi che, nella trilogia di Thrawn, clonò Luke Skywalker.

mano luke 2 star wars

Nella saga opera di Timothy Zahn, C’Baoth clonò Luke utilizzando del materiale genetico preso proprio dalla mano recisa a Bespin, per dare vita a Luke, un clone di Skywalker (nel Legends, i cloni si distinguono dai proprio originali genetici per l’aggiunta di una vocale nel loro nome).

Sempre all’interno della Trilogia di Thrawn, Luke entrò in possesso della spada perduta da Luke nello scontro con Darth Vader. Solo durante uno scontro tra Luke ed il suo doppio, anch’esso ritratto da Fred Palacio, lo Skywalker originale entra nuovamente in possesso della spada del padre.

mano luke 1 star wars

In un’ultima tavola di Palacio, vediamo Luke osservare un proprio clone all’interno di un cilindro spaarti, riferimento sempre ad una short story di Zhan del 2012, An apology, in cui seguiamo la narrazione della Trilogia di Thrawn vista dal punto di vista di un clone.

Tralasciando il sicuro impatto emotivo che la versione di Palacio suscita, amplificato dalla spettacolarità delle sue tavole a supporto dell’ipotesi, dobbiamo anche riconoscere che la sua idea non è applicabile al Canon, con il risultato di ritornare al punto di partenza: come ha fatto la spada laser della famiglia Skywalker ad arrivare nelle cantine di Maz Kanata?

Questo mistero potrebbe essere risolto solo all’interno di uno dei futuri film di Star Wars!

...e questo?
Pirati dei Caraibi
Con Disneyland chiuso, una famiglia ha ricreato l’attrazione de I Pirati dei Caraibi in casa