Narcos: ucciso in Messico un assistente alla produzione, scambiato per investigatore

Narcos

Un assistente alla produzione di Netflix, in cerca di una location per le riprese della quarta stagione di Narcos, è stato crivellato di colpi in un bagagliaio di un’auto

A volte la realtà supera la fiction.

Carlos Muñoz Portal, un assistente alla produzione della quarta stagione di Narcos, è stato brutalmente ucciso in Messico mentre si trovava nel paese per cercare le location adatte ad ospitare i set della celebre serie tv di Netflix.

L’omicidio è avvenuto senza testimoni nel comune di Temascalapa, una zona che, stando alle forze dell’ordine locali, è poco abitata e in cui lo scout potrebbe essere stato scambiato dai suoi assassini per un investigatore che indagava proprio sul narcotraffico locale.

L’uomo di 37 anni è stato infatti trovato nel bagagliaio di un’auto crivellato di colpi di pistola.

Netflix ha commentato così la morte dell’assistente:

Abbiamo appreso della morte di Carlos Muñoz Portal, un nostro rispettabile responsabile delle location e offriamo le nostre condoglianze ai suoi cari. I fatti attorno alla sua morte rimangono ancora sconosciuti poiché le forze dell’ordine si trovano ancora sul luogo del triste avvenimento.

Correlato:

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere tramite un commento qui sotto!

 

Fonte: La Vanguardia

...e questo?
The Walking Dead
The Walking Dead 10: slitta la data d’uscita dell’episodio finale