Lobo, alla scoperta dell’Ultimo Czarniano!

Lobo: Irriverente, dissacrante, violento e con un suo personalissimo senso di giustizia.  Ma chi è in realtà ?

Lobo è un personaggio nato nel 1983 dalla penna di Roger Slifer e dai disegni di Keith Giffen come comprimario per la serie Omega Man. Inizialmente si trattava soltanto di una mera comparsa, una sorta di “antieroe” caricaturale che metteva in ridicolo tutte le principali caratteristiche dei vari personaggi del genere supereroistico. Nonostante il ruolo marginale, il personaggio di Lobo piacque tantissimo ai lettori, tanto che sopravvisse alla chiusura stessa della testata, nel 1988.

Dopo la chiusura di Omega Man, Lobo ricomparse a più riprese nell’universo DC, fino a quando non divenne un personaggio fisso e regolare della serie L.E.G.I.O.N, disegnata dallo stesso Giffen. Anche qui, il violento Czarniano si riconfermò come estremante gradito al pubblico, forse più degli altri componenti della squadra.

Lobo the main man

Nel 1990 uscì Lobo: l’Ultimo Czarniano, miniserie che raccontava la genesi di Lobo. Questa volta Giffen poté contare sull’aiuto di Alan Grant per la sceneggiatura e sul tratto ruvido di Simon Bisley per i disegni. Il mito di era nato! La miniserie ebbe un grande successo, tanto che altre pubblicazioni e speciali furono messe in cantiere. Tutto questo portò all’uscita di veri capolavori, tra cui perle come Lobo: Paramilitary, dove l’Uomo da la caccia a Babbo Natale per conto del Coniglietto Pasquale e Lobo is Back, in cui il nostro amato Czarniano riesce a farsi cacciare dall’Aldilà (previ truculenti disastri) dopo essere morto per errore. Agli speciali fu in seguito affiancata anche una serie regolare, con andamento più altalenante, che vedeva le storie di Lobo assieme a quelle di una nutrita schiera di testate comprimarie, delle quali personalmente ho apprezzato soltanto Hitman.

Lobo the main man

Lobo, venne alla luce molto tempo fa, sull’allora pacifico e progredito pianeta Czarnia, un vero e proprio paradiso, dove regnava il benessere e non vi era traccia di malvagità e malizia. Per compensare, a livello di karma cosmico, tutto questo squilibrio di energie positive, tutte le pulsioni perniciose e negative, che i buoni Czarniani non erano in grado di provare, si incarnarono di botto in un unico essere: Lobo. Si narra che il piccolo, appena nato uccise tutti i presenti in sala parto, madre compresa. Qualche anno dopo, raggiunta la pubertà, il giovane Lobo cominciò a capire di essere davvero speciale e desiderò essere unico. Infatti sterminò l’intera popolazione di Czarnia con una tremenda arma vivente di sua invenzione, a cui lui era ovviamente immune. Ecco perché è l’ultimo della sua specie. Per sua volontà!

Presentato così Lobo sembra pura malvagità. Ma in realtà lui non è malvagio, è solo caos e anarchia allo stato più puro. Le sua azioni sono sempre violente, immorali e spesso letali per chi gli sta intorno, ma non sono dettate dalla cattiveria, solo dal “Lobo way of life”. Nonostante la sua negatività, Lobo non può essere un villain. Lui è Lobo, e tanto basta.

Il suo modo scanzonato e surreale di affrontare le situazioni, i suoi vizi, ovviamente esagerati in maniera eccessiva, e il suo voler andare sempre in fondo a una faccenda come quando, interrogando un medium per parlare con un criminale defunto, si spara in testa per tornare come spettro e pestare l’altro spirito, lo rendono travolgentemente simpatico.

Lobo rispetta sempre la parola data, magari in maniera diabolica, ma la rispetta. Insomma, è un personaggio che viene amato proprio perché va fuori dagli schemi del super eroe buono e immacolato, “mascellone“, come li chiama lui (oltre a una serie di epiteti non proprio gentili). Nei numerosi crossover con altri personaggi DC e Marvel, il nostro Czarniano le ha date e le ha prese, spesso anche di brutto, ma non ha mai mancato di sbeffeggiare l’avversario in maniera esilarante, assolutamente non politically correct, e totalmente incurante delle conseguenze. Tanto a lui non interessa, dato che è diventato immortale dopo aver esasperato Dio, il Diavolo e tutta una serie di divinità dopo che è passato a miglior vita la prima volta. Piuttosto che ritrovarselo tra i piedi un’altra volta, gli hanno concesso di non poter morire!

Lobo the main man

Ma è giusto così in fondo… Stiamo sempre parlando di Lobo!

Potrebbe piacerti anche