Le navicelle spaziali del futuro utilizzeranno una tecnologia ispirata a Gundam!

Alcuni ricercatori giapponesi hanno testato un sistema per il rientro sulla Terra ispirandosi a tecnologie viste nella serie animata Mobile Suit Z Gundam

Un team di ricercatori giapponesi ha inventato un modo per far sì che le navicelle spaziali possano rientrare sulla Terra in maniera più sicura ispirandosi ad tecnologia descritta nella popolare serie anime robotica Mobile Suit Z Gundam.

Un dispositivo semisferico chiamato “ballute”, utilizzato nell’anime per trasportare i Mobile Suit attraverso l’atmosfera, è stato impiegato nell’esperimento condotto dal team di scienziati.

I ricercatori hanno testato questo nuovo metodo di rientro nell’atmosfera terrestre su un microsatellite denominato EGG, avvalendosi di un scudo che protegge dal calore per riportare a terra il microsatellite in maniera “soft”, qualcosa di molto simile a ciò che avviene con i paracadute.

Il successo dell’esperimento, svelato lo scorso 23 giugno, potrebbe portare allo sviluppo di tecnologie che riducono i rischi per i veicoli spaziali come la Soyuz russa per il trasporto di astronauti la quale diventa incredibilmente rovente a causa dell’attrito con l’atmosfera a velocità elevate tipiche del rientro sulla Terra oppure durante l’atterraggio di navicelle con e senza equipaggio su pianeti come Marte.

Il rientro in stile Gundam del satellite è avvenuto in gennaio, quando EGG (il nome del satellite) è stato lanciato verso la Terra dalla Stazione Spaziale Internazionale (ISS), che orbita ad un’altitudine di circa 400 chilometri. Lo scudo di 80 cm di diametro, realizzato in materiale ignifugo, è stato quindi gonfiato come un paracadute ed ha permesso al satellite di effettuare la sua lenta discesa verso il suolo in circa tre mesi.

Questa tecnologia potrebbe permettere alle navi spaziali di rientrare a velocità molto più basse evitando problemi legati al surriscaldamento, favorendo una semplificazione dei tradizionali scudi termoresistenti e ovviamente sbarchi più sicuri.

Cosa ne pensate? fatecelo sapere con un commento qui sotto!

Fonte: Asahi

Potrebbe piacerti anche
Commenti
Caricamento...