Star Wars: Gli Ultimi Jedi e lo stato mentale di Kylo Ren

kylo ren star wars

In una recente intervista, Adam Driver ha raccontato dello stato mentale di Kylo Ren in Star Wars: Gli Ultimi Jedi

Kylo Ren è sicuramente uno dei personaggi dell’universo di Star Wars che ha fatto più discutere, soprattutto per il fatto di essere un villain non ancora del tutto formato. Anzi, si può benissimo affermare che il suo vero carattere ed il suo vero potere siano ancora in via di sviluppo.

Esattamente come suo nonno, Kylo Ren si sente continuamente accerchiato dai dubbi e dalle tentazioni. Mentre Anakin però è stato sedotto dal Lato Oscuro nel tentativo di percorrere la strada della giustizia, Kylo ha il problema opposto: vuole essere all’altezza di Vader, cercando di emulare le sue gesta, ma viene tentato dalla Luce.

Insomma, per farla breve, di problemi Kylo Ren ne ha e ne ha sempre avuti!

Problemi, dubbi, ed atroci conflitti interiori del signore dei Cavalieri di Ren, si sono maggiormente acuiti dopo il duello contro Rey, che gli ha lasciato una bella cicatrice in pieno volto e uno stato mentale prossimo ad un ulteriore crollo nervoso.

Rey e Kylo Ren

Intervistato recentemente da Vanity Fair, Adam Driver (il cui perfezionismo nell’interpretare Kylo lo ha portato anche a rifiutare di fraternizzare con Mark Hamill) ha dichiarato:

Non penso che sia stato solo il parricidio a provocare il suo crollo nervoso. Forse quello è il punto da cui Kylo Ren inizia. La sua cicatrice è probabilmente tanto esterna quanto interna.

Ci ritroveremo dunque davanti un cattivo non solo tormentato ed ossessionato dal mito di Darth Vader, ma anche ferito nel profondo e mentalmente provato. Un villain alquanto unico e del quale la trilogia sequel sentiva dannatamente il bisogno!

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere in un commento qui sotto!

Fonte: LRM

...e questo?
The Old Guard Charlize Theron
The Old Guard: Charlize Theron è scatenata e letale nel trailer del film Netflix