Alien: Covenant In Utero, viviamo l’esperienza in Realtà Virtuale del Neomorfo appena nato!

In occasione dell’Alien Day arriva oggi il video di realtà virtuale Alien: Covenant In Utero, l’esperienza immersa di un Neomorfo appena nato

Twentieth Century Fox, FoxNext VR Studio, RSA VR, MPC VR, Mach1 ed i partner tecnologici AMD Radeon e Dell, presentano oggi Alien: Covenant In Utero, un’esperienza di realtà virtuale disponibile per Oculus in occasione dell’Alien Day che si celebra proprio oggi, 26 Aprile.

L’Alien Day includerà in tutto il mondo una serie di attività per i fan, mentre aumenta l’attesa per il nuovo emozionante capitolo della rivoluzionaria saga sci-fi thriller Alien, Alien: Covenant, che arriverà nei cinema italiani l’11 maggio.

Prodotto da Ridley Scott e diretto da David Karlak, Alien: Covenant In Utero è un’esperienza di realtà virtuale a 360°; un vivido incubo che vi farà vivere il terrificante incontro personale e ravvicinato con un alieno Neomorfo al momento della sua nascita.

I fan potranno esplorare il mondo attorno a loro e rivivere i primissimi attimi del Neomorfo in un ambiente estremamente immersivo proprio come afferma lo stesso Ridley Scott.

Con l’esperienza di In Utero, la partecipazione del pubblico è portata ad un nuovo, inedito livello. Puoi essere un Neomorfo, esplorare cosa succede attorno a te e dentro di te!

Mentre il regista David Karlak ha spiegato più a fondo l’idea del progetto:

Prima ancora che iniziassi ad usare una videocamera, Alienè un film che mi ha decisamente infleunzato. Questo film mi ha aperto gli occhi su un mondo nuovo di esperienza cinematografica. Per me è un onore poter dirigere Alien: Covenant In Utero e poter costruire qualcosa di nuovo a partire dall’universo creato da Ridley Scott. Sfruttando sia lo storytelling tradizionale che la tecnologia emergente della realtà virtuale, il mio scopo era quello di creare qualcosa di nuovo e coraggioso, a cui Ridley ha dato il proprio sostegno sin dall’inizio.

Sarà possibile provare questo video 360° su Oculus platform dal 26 Aprile grazie all’app Oculus Video per Oculus Rift o Samsung Gear VR. Ci sarà anche un trailer  360° dell’esperienza, che vi mostriamo qui di seguito.

Alien: Covenant In Utero, la tecnologia che genera terrore

MPC è lo studio che ha realizzato gli effetti speciali visivi per il film Alien: Covenant. Mentre il team lavorava sul set, l’unità di realtà virtuale della MPC (MPC VR) sviluppava in contemporanea questa sconvolgente esperienza immersiva.

Gli asset del film sono gli stessi usati anche per la produzione di Alien: Covenant In Utero, inoltre, il lavoro di motion capture è stato portato avanti al Technicolor Experience Center (TEC).

Durante lo sviluppo di questa esperienza di realtà virtuale, MPC ha utilizzato tecnologie AMD Ryzen e Radeon basate su sistemi Dell Inspiron.

Il lavoro di VR per Alien: Covenant In Utero è stata un’avventura creativa perché dovevamo restare fedeli al mondo Alien esistente, preparando la strada per il nuovo film. Per raggiungere un pubblico più ampio possibile, abbiamo lavorato con i colleghi del Technicolor Experience Center per assicurarci che Alien: Covenant In Utero funzionasse su HMD mobile e tethered. Dato che la saga alien è un fenomeno globale, stiamo localizzando l’esperienza VR in 12 lingue differenti.

Queste sono le parole di Logan Brown, direttore  e produttore esecutivo del settore VR di MPC e Technicolor Experience Center; contestualmente Roy Taylor, Corporate Vice President per la VR di AMD ha affermato:

Per AMD il confine tra immaginazione ed invenzione è molto labile. Siamo orgogliosi di aver collaborato a questa emozionante esperienza VR per Alien: Covenant e di aver collaborato con tutti i soggetti coinvolti.

Potrebbe piacerti anche