Due hacker sono riusciti ad inserire nuovi giochi nella piccola console di Nintendo

Anche se il NES Classic Edition, che sta riscuotendo considerevoli successi commerciali, si dimostra perfetto così com’è, questo non vuol dire che non possa essere migliorato.

Questo è quello che sicuramente hanno pensato i due hacker, uno giapponese ed uno russo, che in maniera indipendente l’uno dall’altro, hanno hackerato il NES Classic Edition, riuscendo ad inserirvi 30 nuovi giochi in aggiunta a quelli già presenti sulla console, come potete vedere nel video che segue.

ArsTechnica ha riferito che i due “smanettoni” sono riusciti a trovare un modo di sbloccare il sistema plug-and-play della console e per di più, lo hanno fatto usando il cavo USB del sistema, il che significa che tutto è stato fatto via software, senza intervenire fisicamente sull’hardware.

L’hacking funzionerebbe utilizzando l’interfaccia SunXi-FEL, che può essere attivata collegando il NES Classic ad un computer attraverso un cavo micro-USB, ed avviando la console in modalità FEL (tenendo premuto il pulsante di reset mentre da spento,  si preme il pulsante di accensione). Una volta attivata SunXi-FEL, tramite un’apposito software messo a punto dai due hacker, sarebbe possibile aggiungere nuovi file al sistema.

Anche se il NES CLassic è stato hackerato da due persone contemporaneamente, tecnicamente la medaglia d’oro dovrebbe andare all’hacker russo, considerando il fatto che la console è arrivata in Russia il 23 novembre 2016, quasi due settimane dopo il debutto giapponese.

Siete anche voi della stessa idea? Fatecelo sapere con un commento qui sotto.

Leggi anche

Nintendo annuncia il SNES Classic Mini! Arriverà il 29 settembre!

Con un annuncio a sorpresa Nintendo lancia il SNES Classic Mini che arriverà sugli scaffal…