Risarcimento record per Disney dopo la morte di Carrie Fisher

Carrie Fisher

La scomparsa prematura di Carrie Fisher garantirà un risarcimento record a Disney, il cui ammontare sfiorerebbe i 50 milioni di dollari. Ecco perché…

In Star Wars Episodio VIII potremo vedere l’attrice Carrie Fisher interpretare un’ultima volta il ruolo della principessa Leia Organa, essendo le riprese del film finite già da qualche tempo ormai. Non sarà invece così per Episodio IX e, per questo, Disney ha chiesto il pagamento della polizza assicurativa stipulata quando la Fisher tornò a recitare nella nuova trilogia ne Il Risveglio della Forza.

Secondo le principali testate giornalistiche del settore, tra cui il Daily Mail, la cifra del risarcimento ammonterebbe a circa 50 milioni di dollari, e si tratterebbe della più alta somma mai richiesta nell’industria del cinema per un “incidente personale”. Disney si era convinta a stipulare la polizza a causa del passato turbolento della Fisher, segnato dall’abuso di droga e dal disturbo bipolare di cui soffriva.

A causa della scomparsa dell’attrice, Disney sarà costretta a riscrivere ampiamente la sceneggiatura di Star Wars: Episodio IX.

 

0 Commenti
Feedback in ordine
Vedi tutti i commenti