Magnifico!

Magnifico! Manfont presenta a Lucca il nuovo volume del fumetto ispirato alla vita degli studenti universitari

Il nuovo capitolo della saga studentesca vi aspetta al Lucca Comics & Games 2016

Il quarto volume di Magnifico!, fumetto sulla vita dei giovani universitari fuori sede, sarà presentato da Manfont in occasione dell’imminente Lucca Comics & Games 2016.

La saga, disegnata da Pietro B. Zemelo, si arricchisce dopo i successi ottenuti da Magnifico! vol. 1, Magnifico! vol.2 e Magnifico! Erasmus.

Proprio il programma europeo di studi universitari sarà al centro delle nuove avventure dei protagonisti.

In questa terza stagione troveremo un vecchio compagno partito, due rivali che vivono sotto lo stesso tetto e un Erasmus di sei mesi all’orizzonte. Per Alessio, il Master e Aurora è tempo di voltare pagina. Il terzo anno di Magnifico! è ricco di nuovi incontri, viaggi, cambiamenti…e sì, avete capito bene, perché una buona parte di Magnifico! vol.3 riguarderà l’Erasmus ed è importante che sappiate una cosa: questa terza stagione è dedicata ad Aurora ed è proprio attraverso i suoi occhi che vivremo i mesi di quel viaggio studio.

Magnifico!

Magnifico!

Magnifico!

Se anche voi non vedete l’ora di rituffarvi nel mondo giovane e scanzonato di questo fumetto non vi resta che visitare il Padiglione Napoleone di Lucca Comics & Games, dove vi attenderanno Manfont e Pietro B. Zemelo.

L’attesa sarà di breve durata, ancora pochi giorni e sarà tutto Magnifico! come magnifico è il lavoro che Manfont continua a fare.

Manfont è una tra le più affermate realtà indipendenti nel panorama del fumetto italiano.
In pochissimi anni ha dato spazio a decine di autori pubblicando un gran numero di opere originali di grande successo e imponendosi nel mercato come una delle pochissime realtà editoriali a stimolare con convinzione la crescita e i talenti del fumetto nostrano.

Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed Instagram Feed
Leggiamo altro?
Le ultime lacrime delle fate: il tragico ritorno di Brendon – Recensione