Poe Dameron: Il fumetto si rivela il vero tramite fra la vecchia saga di Star Wars e quella nuova

Charles Soule parla del nuovo fumetto Marvel dedicato a Poe Dameron, raccontando di come collegherà la vecchia trilogia al nuovo universo tragato Disney

Sulle pagine di Comic Book Resources, Charles Soule ha voluto raccontare di come il fumetto Marvel sul pilota ribelle di astrocaccia Poe Dameron, farà da tramite fra la vecchia trilogia di Star Wars e la nuova.

Ovviamente, se non avete letto il fumetto, occhio agli spoiler!

Poe Dameron

La ricerca di Lor San Tekka da parte di Poe non è l’unica cosa che avviene in questa serie. Come vedrete, è da lì che siamo partiti, ma da quella ricerca nasce un’altra crisi che Poe e compagni dovranno risolvere prima di entrare nel territorio de Il Risveglio della Forza.

Sto sceneggiando Poe Dameron più o meno come faccio con molte delle mie serie regolari, tracciando archi narrativi più piccoli che sono collegati a una storia più grande. Ognuno si muove in una determinata direzione e ha una propria atmosfera, ma giunti alla fine del percorso risulterà chiaro il filo conduttore che li collega tutti.

L’attuale arco narrativo è ambientato in una prigione, uno scenario che considero molto ricco per le scene thriller e d’azione, e che è stato poco usato, almeno in Star Wars. Abbiamo visto dei centri di detenzione con alcune piccole celle, ma mai un penitenziario in piena regola dove i criminali vengono rinchiusi per lunghi periodi. E così ho creato Megalox Beta, una prigione di massima sicurezza dove finiscono i criminali peggiori, e dove ricompaiono alcune facce piuttosto familiari già viste in altre storie di Star Wars, tra cui Grakkus The Hutt.

Grakkus è una creazione di Jason Aaron e Stuart Immonen, un collezionista di artefatti Jedi nel periodo dell’Impero Galattico. Al termine di quella storia era finito in prigione e a quanto pare ci è rimasto per tutto questo tempo, oppure ne è uscito, è finito in altri guai e ci è tornato.

Grakkus si considera un individuo sofisticato (e per essere un Hutt probabilmente è così), ma sappiamo come sono fatti i membri di quella razza: alcuni sono marci fino al midollo, e Grakkus è sicuramente uno di quelli.

Un’altra occasione di collegarmi al passato è tramite la nemesi di Poe, l’agente del Primo Ordine di nome Terex. La storia di Terex è complicata. Come abbiamo visto in Poe Dameron #2,una volta era un Assaltatore Imperiale. Ma sono gli anni tra la Battaglia di Jakku (che segna la caduta dell’Impero) e il periodo in cui lo vediamo ora che sono importanti. Terex è noto e temuto in tutta la galassia, e le cose che ha fatto in quei decenni intermedi sono il motivo principale.

I fili si collegano quando sia Terex che Poe hanno interesse a far uscire Grakkus The Hutt di prigione. Ne nasce una corsa contro il tempo per vedere chi riesce a recuperare Grakkus per primo Poe si presenta a Megalox Beta con un piano… ma anche Terex. Certo, Terex non ha il resto della squadra con lui, ma non ne ha bisogno. Una prigione spaziale di massima sicurezza gremita dei criminali più mostruosi è l’ambiente ideale per lui. Staremo a vedere chi dei due si dimostrerà il migliore… o il peggiore, se vogliamo!

Alla conclusione di questo arco narrativo avremo una storia speciale prevista per il numero #7 in cui Poe incontrerà una donna del suo passato, una giornalista della Nuova Repubblica che ha bisogno del suo aiuto. Dopodiché torneremo alla trama principale, che ci terrà occupati dall’ottavo al decimo numero. Non voglio rivelare troppo, ma quella sarà una spy story in cui il nostro droide protocollare dorato preferito svolgerà un ruolo importante. E coglieremo l’occasione anche per fare luce sui decenni passati di Terex… dove scopriremo cose molto interessanti.

Fonte: CBR

 

Potrebbe piacerti anche