Star Wars: L’Impero a Pezzi – Recensione

Star Wars: L’Impero a Pezzi – La Recensione

Oggi parliamo di Star Wars: L’Impero a Pezzi, un fumetto uscito circa un anno fa negli USA e facente parte del nuovo canone di Guerre Stellari (considerato quindi storia ufficiale a tutti gli effetti). I testi sono stati scritti da Greg Rucka, mentre i disegni sono stati curati da Marco Checchetto; i colori invece sono ad opera di Andres Mossa.

Sarà una recensione breve, come lo è del resto la storia narrata in questa miniserie.

L'impero a Pezzi
La cover di Star Wars: L’Impero a Pezzi realizzata da Marco Checchetto

Negli States L’Impero a Pezzi è arrivato in quattro spillati curati dalla Marvel. In Italia invece è stata Panini Comics ad occuparsi della distribuzione di due albi brossurati. Questi contengono ognuno due spillati originali, mentre recentemente è stata resa disponibile un’edizione deluxe cartonata in italiano, contenente l’intera storia (autoconclusiva).

Tre mesi di Guerre Stellari

Il fumetto si colloca temporalmente tra Il Ritorno dello Jedi e Il Risveglio della Forza, mostrandoci uno scorcio sulle vicende accadute nei tre mesi successivi alla caduta dell’Impero. Durante l’intero fumetto seguiremo le vicende dei genitori del pilota Poe Dameron, conosciuto nell’ultimo film di Star Wars, che si intrecceranno con i volti più noti della saga.

Nonostante il periodo storico in cui l’albo è ambientato, troveremo durante la nostra avventura anche numerosi riferimenti alla seconda trilogia di George Lucas (Episodio I, II e III); in particolare durante le vicende che vedranno coinvolta Leia Organa sul pianeta di Naboo.

L'Impero a Pezzi tavola 1

Partendo dalle battute finali della Battaglia di Endor verremo catapultati in quello che è in effetti il vero sequel de Il Ritorno dello Jedi, potendo quindi scoprire numerosi retroscena che hanno spianato la strada a Star Wars: Il Risveglio della Forza. Ma, nonostante il film di J.J. Abrams sia già uscito al cinema, L’Impero a Pezzi racchiude ancora qualche piccolo segreto che la nuova pellicola non ha voluto spiegare.

Al di la dell’ottima realizzazione grafica, L‘Impero a Pezzi narra efficacemente del caos in cui la galassia sprofondò con la morte dell’Imperatore e del suo braccio destro. Una storia ben scritta, che mescola azione ed avventura ottenendo lo stesso, ottimo, risultato che solo la trilogia originale ha saputo regalarci.

Ogni tavola è comunque una gioia per gli occhi, e disegnata anche meglio delle numerose miniserie apparse sugli spillati di Star Wars. Considerato che il disegnatore è l’italianissimo Marco Checchetto, bisogna solo che andarne fieri.

L'Impero a Pezzi tavola 2

In definitiva si tratta di un fumetto che è già un classico, e che non può quindi mancare nella collezione di ogni fan di Star Wars che si rispetti!

Al momento potete reperire l’edizione cartonata contenente l’intera storia in italiano facilmente, e a poco meno di 14€.

Potete reperire STAR WARS – L’Impero a Pezzi in offerta cliccando QUI

950%
Voto Finale

Star Wars - L'Impero a Pezzi

Star Wars: L'Impero a Pezzi è un degno sequel della trilogia originale, con un'ottima storia ricca di retroscena disegnata splendidamente dal nostrano Marco Checchetto. Un must-buy senza riserve alcune...

  • Tutto il fascino della saga originale di Star Wars
  • Una buona storia, disegnata ancora meglio...
  • L'edizione deluxe ha un ottimo rapporto qualità/prezzo
Potrebbe piacerti anche
Commenti
Caricamento...