Emmerich racconta la versione mai girata di Indipendence Day

Il regista Roland Emmerich torna al mondo di Indipendence Day vent’anni dopo che il primo film ha letteralmente sbancato il botteghino (e fatto esplodere la Casa Bianca). Indipendence Day: Resurgence, però, originariamente era stato concepito diversamente, durante un’intervista con Empire infatti, Emmerich racconta la versione mai girata di Indipendence Day e di come avrebbe voluto che fosse:

È stato dopo l’11 settembre che Dean [Devlin] ed io avremmo voluto fare un film sulla pace, semplicemente non ha funzionato. C’è comunque un elemento del genere in questo film, ma nella versione originale era tutto riguardante quello. Spariamo agli alieni accidentalmente e poi, alla fine del film, atterrano sulla casa bianca dicendo “veniamo in pace”, e sarebbe finita così. Era un’idea semplicemente troppo debole e non volevamo realmente farlo. Non aveva lo spirito da Indipendence Day! Solamente la nave aliena sarebbe stata distrutta!

Dopo aver raccontato della sua idea di un Indipendence Day pacifico, ha proseguito parlando di un eventuale sequel:

Non avrei mai pianificato la creazione di un sequel, ho sempre immaginato Indipendence Day come un film standalone. Durante gli anni, però, ho realizzato quanto il film fosse diventato iconico e la Fox continuava a chiedermi di creare un sequel. Quello che mi ha convinto è la tecnologia odierna e come mi sentivo limitato nel ’95/’96 quando ho creato quello originale. Però non è un sequel tradizionale.

Alla domanda di un eventuale Indipendence Day 3, il regista lascia aperta una porta, affermando:

Se avrà abbastanza successo, sì, perchè è concepito per avere un sequel. Tra vent’anni? Non credo di volerlo fare con il bastone [della vecchiaia]!

Siete pronti per Indipendence Day – Rigenerazione? Io non l’ho ancora visto e già spero in un sequel!

Fonte: GeekTyrant

Potrebbe piacerti anche