Harry Potter è esistito veramente, e qualcuno si chiede se la Rowling si sia ispirata a lui

Un Harry Potter è esistito veramente, ma non era un mago, ne ha mai frequentato la scuola di magia e stregoneria di Hogwarts. Esistono però alcune analogie tra il nostro Harry e quello della realtà, e c’è già chi si chiede se la brillante scrittrice sapesse o meno della sua esistenza, cosa che personalmente ritengo una stronzata un po’ forzata. Ovviamente la Rowling non ha ancora commentato la notizia.

Nato il 24 novembre 1884, Harry Potter era un giocatore di origini inglesi, come nel libro (si fosse chiamato Adinolfo Valvassori avrei capito lo stupore). Giocava nel Bradford City, una squadra di football che, come i Grifondoro, indossava una maglia a strisce gialle e rosse. Nel 1917 (in piena prima guerra mondiale vorrei precisare), fu chiamato alle armi e spedito in Belgio dove affrontò l’esercito tedesco (e non quello dei mangiamorte).

Lo hanno scoperto dei ricercatori inglesi del Bradford City FC Museum i quali, evidentemente appassionati della saga creata dalla penna di J.K. Rowling, hanno trovato il suo nome sul memoriale dedicato ai soldati dispersi del cimitero di Faubourg-d’Amiens. Da li sono partite le ricerche che hanno portato a quanto evidenziato poco sopra.

In calce trovate anche una fotografia del vero Harry Potter affiancato a quello del cinema.

Voi che ne pensate?

0 Commenti
Feedback in ordine
Vedi tutti i commenti