Guida alla collezione dei nuovi fumetti di Star Wars

nuovi fumetti di Star Wars

I nuovi fumetti di Star Wars? Vi spieghiamo noi come collezionarli!

Da quando Disney ha acquisito i diritti sulle opere cinematografiche di Guerre Stellari, un fremito nella Forza ha scosso i fan di tutto il mondo. Questo è avvenuto precisamente il 30 ottobre 2012, quando Lucasfilm, la storica casa di produzione cinematografica statunitense fondata nel 1971 da George Lucas, è stata ceduta alla Walt Disney Company per una cifra di poco superiore ai quattro miliardi di dollari.

Le preoccupazioni per uno stravolgimento del famoso brand non erano legate solamente all’annuncio dell’inizio delle riprese della trilogia sequel (e quindi dell’aspetto cinematografico di Guerre Stellari), ma anche a tutto ciò che riguardava la saga cartacea.

Negli anni, infatti, il mondo di Star Wars è stato ampliato a dismisura grazie, e sopratutto, alle innumerevoli pubblicazioni di libri e fumetti, i quali hanno introdotto nel corso del tempo storie e personaggi inediti. Quest’aspetto della saga è conosciuto con il nome di Universo Espanso.

Ed è proprio sui fumetti che cercheremo di fare il punto della situazione, tentando di aiutare chi per la prima volta si volesse avvicinare al collezionismo dei nuovi fumetti di Star Wars.

L’apocalisse post-Disney

Disney George Lucas
L’inizio della fine…

Il vero cambiamento, profetizzato dai fan nel 2012, è avvenuto con l’acquisizione di un’altra grande società da parte di Disney, la Marvel Comics. La storica casa editrice fu acquisita anch’essa dal colosso di Topolino tre anni prima della Lucasfilm, nel 2009, ma fu soltanto nel 2015 che quest’ultima riottenne i diritti per la pubblicazione dei fumetti di Star Wars (fino ad allora appartenuti alla Dark Horse Comics).

Proprio nel 2015 è iniziata la tiratura dei nuovi fumetti di Star Wars, con serie totalmente inedite come Star Wars, Star Wars: Darth Vader, Star Wars: Princess Leia, Star Wars: Kanan, Star Wars: Lando, Star Wars: Shattered Empire, Star Wars: Chewbacca, il crossover Star Wars: Vader Down, Star Wars Annual e Darth Vader Annual.

Nel 2016, invece, Marvel si è impegnata a pubblicare Obi-Wan & Anakin, Star Wars: C-3PO, Star Wars: Poe Dameron e il fumetto prequel di Rogue One.

Tutte queste nuove uscite parlano di storie inedite inserite nella continuity di Guerre Stellari, ovvero l’insieme di tutte quelle storie al di fuori della saga cinematografica, ricavate da libri, fumetti, videogiochi ed altri media, e riconosciute ufficialmente dalla Lucasfilm come facenti parte della storyline principale, altresì conosciuta come “canonica”.

E le precedenti pubblicazioni? 

Ogni altro racconto arrivato sul mercato prima del febbraio 2014, è stato ribattezzato da Disney sotto il nome di Star Wars Legends, ovvero leggende non facenti parte dell’universo riconosciuto ufficialmente dalla Lucasfilm (un’unica eccezione è stata fatta per il fumetto suddiviso in quattro volumi di Star Wars: Darth Maul – Son of Dathomir, pubblicato dalla Dark Horse tra maggio e agosto del 2014), e quindi ad oggi considerate non più canoniche.

Un colpo di spugna che è servito a Walt Disney per “liberarsi” di tutti quegli intrecci e personaggi, che hanno formato l’Universo espanso finora conosciuto, il quale avrebbe dato non pochi grattacapi agli sceneggiatori della nuova trilogia. Nulla di tutto ciò che è presente nei vecchi fumetti o libri, e ristampato ancora oggi sotto il nome di Legends da Marvel, comparirà mai quindi nella trilogia sequel.

Questa guida è intesa per chi volesse scoprire i nuovi fumetti di Star Wars, e quindi eviterò di dilungarmi oltre sui Legends. Questo anche perché sconsiglio a tutti coloro che si avvicinassero solo ora ai fumetti di Guerre Stellari, di intraprendere questa strada lastricata di migliaia di fumetti editi dal 1977 ad oggi.

Star Wars Legends

Star Wars Comics – Un nuovo inizio

L’intenzione di Disney e Marvel è quindi quella di creare un nuovo universo espanso, già in via di sviluppo grazie alle numerose pubblicazioni a fumetti avvenute a partire dal 2015. Di seguito tratterò le sole pubblicazioni in lingua italiana che comunque risultano, ad oggi, quasi in pari con quelle statunitensi.

Ma allora da dove iniziare?

In Italia, tutti i diritti sui fumetti di Star Wars sono in mano a Panini Comics che, a partire da maggio 2015, ha iniziato a pubblicare due spillati mensili, Star Wars e Darth Vader. La storia presente nei nuovi fumetti è la medesima, ma vista da due punti di vista differenti; quello dell’Impero e quello, ovviamente, dei Ribelli.

I due fumetti racchiudono poi al loro interno tutte le miniserie pubblicate singolarmente in America e citate poco più sopra (ad esempio dal n°002 al n°006 di Star Wars era presente la miniserie dedicata alla Principessa Leia). Quindi allo stato attuale risulta molto semplice iniziare a collezionare i nuovi fumetti di Star Wars. È sufficiente infatti recuperare i numeri in arretrato dei due spillati, per avere praticamente il 90% del nuovo canone di Guerre Stellari a fumetti.

Per reperire gli arretrati io vi consiglio di fare un salto su PopStore.it, si tratta dello store online di una fumetteria molto famosa di Parma, con la quale mi son sempre trovato bene a livello di ordini (anche se i tempi di spedizione non si possono definire proprio celeri). Le spese di spedizione gratuite indipendentemente dall’importo speso e i prezzi degli spillati sempre scontati, sono sicuramente due punti a loro favore (non più), ma anche l’imballaggio dei fumetti è “a prova di Poste Italiane” (you know what i mean).

E il restante 10%?

Il restante 10% è rappresentato da una mini collezione chiamata L’Impero a Pezzi, composta da soli due volumi di 48 pagine e auto conclusiva, uscita verso la fine del 2015. La storia è stata scritta da Greg Rucka, e rivela gli avvenimenti canonici successivi a Il Ritorno dello Jedi.

I disegni sono invece ad opera di Marco Checchetto. Potete reperire facilmente i due volumi, o anche l’edizione cartonata deluxe uscita a fine aprile, e comprensiva di entrambi i volumi, QUI.

L'impero a Pezzi

Non è solo questione di storie…

Se rimanere al passo con la storia di Guerre Stellari “fuori dai cinema” è diventato quindi relativamente semplice, con il bando da parte di Disney delle vecchie storie (che comunque un vero appassionato dovrebbe conoscere), non lo è altrettanto destreggiarsi con l’aspetto collezionistico dei fumetti. I due spillati, pur essendo facilmente reperibili, hanno subito alcune ristampe e, già in fase di prima pubblicazione, avevano alcune varianti di copertina. Se voleste quindi raccogliere una collezione “ordinata”, dovrete prestare attenzione a qualche dettaglio.

Per ogni spillato è presente una versione Cover A e una versione Cover B, facilmente distinguibili per il nome riportato in copertina (spesso inoltre la Cover B non riporta il titolo originale dello spillato, ma invece riporta quello della miniserie in esso racchiusa) e per la dicitura riportata poco sopra il codice a barre. Non c’è una versione “giusta” da collezionare, tuttavia vi sconsiglio di mescolare le varie versioni, a meno che non vogliate collezionare entrambe. Io personalmente preferisco avere tutti gli spillati di Star Wars e di Darth Vader in Cover A, ma ripeto è una scelta totalmente soggettiva.

Unica eccezione è data dal numero 001 di entrambi gli spillati. Per iniziare la vostra collezione dei nuovi fumetti di Star Wars, buttatevi ad occhi chiusi sui cofanetti Lato Chiaro e Lato Oscuro. Si tratta della raccolta di tutte le variant cover del primo numero, per entrambi gli spillati. Per ogni cofanetto sono infatti presenti 6 versioni del numero 001, alcuni dei quali hanno una variant cover reperibile esclusivamente all’interno di questi cofanetti.

Star Wars Variant Cover
Una variant cover di Star Wars reperibile esclusivamente nel cofanetto Lato Chiaro

Se invece fate parte della categoria di collezionisti “pigri”, potreste voler optare per gli albi in copertina rigida, usciti sia per Darth Vader che per Star Wars, che raccolgono al loro interno buona parte dei primi numeri degli spillati mensili.

Cofanetto Darth Vader
Il cofanetto contenente tutte e sei le cover del numero 001 di Darth Vader

Un ultimo accenno va fatto alle ristampe. Troverete infatti in edicola diversi numeri di Star Wars e Darth Vader con delle copertine che non riportano la dicitura Cover A o B, ma piuttosto la voce Panini Comics Best Seller. Queste, come lascia intuire il nome, sono delle ristampe dei numeri precedenti che hanno avuto un particolare successo, e anch’esse hanno una copertina differente.

Ora siete dei maestri Jedi del nuovo canone di Star Wars

Non proprio, ma siete a buon punto. I fumetti al momento la fanno da padrone nel nuovo canone di Guerre Stellari, tuttavia sono già usciti libri e altri media che ne hanno ulteriormente ampliato l’Universo espanso. Ma di questo ne riparleremo più avanti, sempre che l’articolo vi sia piaciuto.

Auspicando di non aver tralasciato nulla, la mia speranza è quella di avervi aiutato ad avvicinarvi al mondo dei nuovi fumetti di Star Wars e, sopratutto, di avervi trasmesso un pizzico della mia passione per esso.

Leggiamo altro?
Lucca Comics
J-POP Manga, Edizioni BD ed Edizioni Dentiblù svelano le novità per Lucca Comics 2019