Ecco come hanno celebrato lo Star Wars Day alla NASA

Star Wars Day alla NASA

Se fosse esistita una competizione, i ragazzi della NASA avrebbero vinto a mani basse il primo, secondo e terzo premio senza sforzo. Noi comuni mortali abbiamo dovuto trovare un modo originale per festeggiare la saga migliore di sempre, con i “pochi” oggetti presenti sul nostro piccolo e limitato pianeta. Celebrare lo Star Wars Day alla NASA, al contrario può aprire le porte all”immaginazione più sfrenata, aiutati dal fatto che ci si possa trovare, letteralmente, un universo di possibilità di fronte.

Neanche a farlo apposta, l’agenzia governativa statunitense preferita dai nerd di tutto il mondo, ha pubblicato immagini di diversi pianeti, tra cui uno chiamato OGLE-2005-BLG-390 che, al di là del nome orrendo, ricorda vagamente Hoth, comparso nell’episiodo “l’Impero colpisce ancora”.
Pare che questo sia uno dei pianeti orbitanti attorno ad una stella tra i più piccoli mai scoperti al di fuori del nostro sistema solare, e sembra possegga una superficie rocciosa e ghiacciata, proprio come Hoth.

Star Wars Day alla NASA

Proseguiamo con la luna di Saturno, Mimas, che probabilmente vi ricorderà una certa stazione spaziale…
“Quella non è una luna! Oh, aspetta.. sì, è una luna!”

Star Wars Day alla NASA

Se non amate i pianeti freddi e desolati, o doveste sentire la necessità di combattere contro uno dei vostri studenti, improvvisamente convertito al lato oscuro della Forza, potreste migrare su CoRoT-7B, molto simile a Mustafar, luogo dello scontro tra Obi-Wan e Anakin ne “la vendetta dei Sith”

Star Wars Day alla NASA

Passiamo a mondi un po’ più conosciuti anche “dall’umano medio”. Come Kepler 22-B che, oltre a somigliare in maniera convincente a Kamino (comparso ne “l’attacco dei cloni”), è anche uno dei pianeti più simile alla Terra fin’ora scoperto, candidato ad ospitare effettivamente delle forme di vita.

Star Wars Day alla NASA

Se invece voleste scoprire le origini della Repubblica e visitarne il quartier generale, potreste trovare interessante una visita a Kepler 452-B, molto simile a Coruscant, nonché cugino più grande e vecchio della Terra.

Star Wars Day alla NASA

Il doppio tramonto di Tatooine è quello che vi manca? Un salto a Kepler 16-B potrebbe affievolire la vostra nostalgia di casa, nel caso vi chiamaste Luke Skywalker.

Star Wars Day alla NASA

Nell’universo di Star Wars non si trovano solo pianeti, potremmo infatti necessitare anche di una spada laser. La NASA ha fotografato qualcosa di molto simile all’arma laser utilizzata da Kylo Ren ne “Il Risveglio della Forza”, che però si rivela essere nient’altro che combustione di propellente liquido della Stazione Spaziale Internazionale.

Star Wars Day alla NASA

NASA, ti piace vincere facile ? Anche se in ritardo, happy Star Wars Day!

Fonte: Nerdist

Leggiamo altro?
Sarà questo il lander che riporterà l’uomo sulla Luna nel 2024?
>