[OPERAZIONE NOSTALGIA #2] Le pubblicità – Parte 1

Nel precedente articolo di “Operazione nostalgia” ho parlato del fantastico gioco interattivo “The Lion Trophy Show“.

Oggi vorrei parlarvi di pubblicità. Chi non si ricorda dei film in prima TV interrotti almeno 5 volte da quegli odiosissimi intermezzi pubblicitari, alzi la mano.
In tutta sincerità moltissime réclame non me le ricordo più nemmeno io, queste sono alcune di quelle che mi son saltate in mente!

ROTOWASH

Gira gira gira, scegli Rotowash! Questa canzoncina è entrata nel mio cervellino bacato e lì è restata per un paio di decadi.
Ogni volta che feci da navigatore a qualche amico, in auto, e dissi: “gira qui!”, il mio subconscio iniziava a cantare il motivetto più petulante della storia della televisione italiana.
Non credo io sia l’unico. Quantomeno lo spero.

 

TABÙ

Questa pubblicità ha un qualcosa di razzista. In realtà non ho mai ben capito se il protagonista era un grande omone di colore, oppure un mimo con il trucco al contrario. Essendo una pubblicità degli anni ’90, mi verrebbe più spontaneo pensare alla prima soluzione. Il mio animo innocente, però, spera vivamente sia la seconda. Anche in questo caso il motivetto si è rivelato parecchio invasivo a livello di subconscio. Ta-ta-ta-ta-tabù!

 

MOROSITAS

Questa pubblicità è stata fonte di enormi ispirazioni per la maggior parte dei maschietti italiani degli anni ’90 (i miei colleghi non sono sicuramente esclusi). Credo che le protagoniste parlino da sole. A parere mio una delle pubblicità più belle di sempre (chissà perchè eh..).
Ah, ho scoperto solo oggi che “Morositas” significa “morettine”! Eh beh!

Potrebbe piacerti anche