Faccia da Schadenfreude

Il “piacere provocato dalla sfortuna altrui”, la soddisfazione che si prova quando le cose vanno male a qualcuno senza che nemmeno ne otteniamo vantaggio, lo sguardo che assumiamo in quel caso ha finalmente un nome

La faccia da schadenfreude

Non stiamo scherzando, e non siamo impazziti, un team di ricercatori giapponesi ha deciso di svelare l’esistenza di questo fenomeno dal nome tedesco, che in italiano gia esiste come Aticofilia, per descrivere l’emozione e lo sguardo che assumiano in questi casi.

ScadenfreudePer dimostrare se esista una ”faccia” diversa per la gioia diretta o indiretta, i ricercatori hanno mostrato ad un gruppo di volontari degli spezzoni di partite di calcio, misurando con apparecchiature specifiche le variazioni dei muscoli della faccia. Non sono state riscontrate differenze nelle espressioni, quindi la teoria non è stata comprovata, ma dai risultati è emerso che nel caso della Schadenfreude le reazioni eranopiù forti, anche se dalle interviste i partecipanti provavano maggior piacere nella “gioia sincera”.

Hidehiko Takahashi, dell’Istituto Nazionale giapponese di Scienze Radiologiche, ha scientificamente dimostrato che a livello cerebrale si attivano alcune aree legate al piacere di fronte alla sfortuna di chi s’invidia.

Insomma, durante la prossima giornata Divano/console o birra/giochi da tavolo, ricordatevi che quando godrete delle disgrazie altrui dovrete fare una faccia come da immagine.

Commenti
Caricamento...