Il sempreverde Kingdom Rush

Altro giorno, altro gioco. No, non vi abituerò così bene, ma questo è un piccolo gioiellino che valeva la pena menzionare. Stiamo parlando di Kingdom Rush, di Ironhide Game Studio. La prima versione del gioco uscì anni fa come uno dei tanti flash game su Armorgames, nel tempo il successo ottenuto, ne ha decretato numerosi rifacimenti su diverse piattaforme di gioco, e anche un paio di sequel. Quello che andremo a vedere velocemente oggi è la versione di Steam, approdata oramai un anno fa su PC.

Il gioco

KR-MappaKingdom Rush appartiene al genere, ormai diventato un classico, dei tower defense. Il gioco ci pone davanti ad una vasta mappa e, missione dopo missione, scopriremo nuove zone giocabili. Ogni livello consiste nel costruire delle torri di difesa (da qui il termine che ha dato il nome al genere) ai lati di una o più strade, torri che serviranno a difendere il nostro regno dall’avanzata dei numerosi nemici intenzionati ad invaderci. Esistono quattro tipi diversi di torri, con altrettanti tipi di danno (fisico, magico, ad area). Con il progredire della storia, narrata tramite simpatici fumetti, le nostre difese potranno essere potenziate utilizzando le monete d’oro recuperate dai cadaveri dei nemici, differenziandone ulteriormente le tipologie. KR-MonstersAvremo anche a disposizione un eroe, scelto tra i numerosi disponibili. Ogni eroe ha diversi modi di affrontare un combattimento e abilità che evolveranno nel tempo tramite punti abilità che ci verranno assegnati al termine di ogni missione. E fino a qui direte: “ce ne sono tanti di giochi simili, cos’ha Kingdom Rush di così speciale?”. Beh, per iniziare il lato artistico, ogni mappa su cui andremo a giocare e ogni singolo personaggio sono disegnati, diversificati e curati nei minimi dettagli, assomigliando molto ai classici fumetti humor americani. Umorismo che permea l’intero titolo poichè, i più nerd tra di noi, si accorgeranno ben presto dei tanti riferimenti alla cultura fantasy classica, qui rappresentata con piccoli easter egg nascosti nelle numerose missioni necessarie a portar a termine il gioco. I nemici, inclusi i boss, sono tantissimi, tutti diversi e mai banali. Ognuno di essi richiederà tattiche differenti per essere affrontato e non sempre le scelte nel piazzare le torri saranno poi così scontate, fattore che ne aumenta notevolmente il grado di sfida. Per me, resta ancora ad oggi il tower defense definitivo.

Potrebbe piacerti anche